Cronaca » Svizzera

La morte di Sergio Marchionne: "Stroncato da un arresto cardiaco"

Mercoledì 25 Luglio alle 20:45 - ultimo aggiornamento Giovedì 26 Luglio alle 07:08


Sergio Marchionne

È stato un arresto cardiaco, il secondo in pochi giorni, a stroncare la vita di Sergio Marchionne, l'ex ad di Fca morto oggi a 66 anni all'ospedale di Zurigo, dove si trovava dalla fine di giugno.

A portarlo al ricovero era stata la necessità di un intervento alla spalla destra ma durante la fase di recupero si sono presentate delle complicazioni che hanno avuto come conseguenza un primo arresto cardiaco.

Sottoposto a monitoraggio, è stato spostato in terapia intensiva e proprio in quel reparto è arrivato il secondo arresto, fatale.

Non è stato quindi un male incurabile a ucciderlo, come invece si deduceva dalle notizie trapelate nei giorni scorsi.

Vicino a Marchionne, negli ultimi momenti come in tutto questo tempo, ci sono stati la compagna Manuela Battezzato, e i figli Alessio Giacomo e Jonathan Tyler, nati da una precedente unione.

"Sergio, l'uomo e l'amico, se n'è andato" è stato l'annuncio dato da John Elkann, presidente di Fca, con una nota della controllante Exor. "Sono momenti molto difficili e molto tristi" sono state invece le parole di Mike Manley, che ha preso il posto di Marchionne in Fca.

Nessuna indiscrezione trapela in merito ai funerali; sembra comunque che si terranno in forma strettamente privata.

(Unioneonline/s.s.)

LA NOTIZIA DELLA MORTE:

 
sergio marchionne
Addio a Sergio Marchionne. L'ad di Fca aveva 66 anni

IL RITRATTO:

 
sergio marchionne e john elkann
Il manager col maglioncino che ha salvato la Fiat

LE FRASI PIÙ CELEBRI:

 
marchionne il 1 giugno 2004 giorno in cui diventa ad della fiat
"Chi comanda è solo", le frasi più celebri

LE IMMAGINI:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • user216241 26/07/2018 10:39:10

    Ma finiamola di dire balle! Anche chi è un grande manager può morire di tumore. Non si muore per un intervento alla spalla nel 2018. E le 60 sigarette al giorno? E il respirare a fatica come emerge dall'ultima intervista? Lo ha ammesso anche l'avv. Stevens legale della fam. Agnelli e della Fiat. Sicuramente sono sorte complicazioni, ma a seguito del tumore.