Cronaca » Sardegna

Tortu, non solo atleta ma anche studente: "Voglio laurearmi in Italia"

Mercoledì 18 Luglio alle 12:23 - ultimo aggiornamento alle 14:31


Filippo Tortu

"Non ho mai dubitato che sarei andato all'università. Ho sempre pensato che avrei voluto un'altra strada nella vita, oltre allo sport. Semmai, quello che mi chiedevo era che cosa avrei studiato. E anche dove. Mi sono diplomato al Liceo Scientifico e già da quando ho iniziato la quinta ho ricevuto tantissime offerte da università americane, penso attirate dalle mie qualità nell'atletica. Mi offrivano borse di studio per andare a studiare da loro e devo dire che era una grossa opportunità. Ma non ho voluto lasciare l'Italia. Reputo l'università italiana nettamente migliore delle altre e poi vivere e allenarmi a casa mia e stare con la famiglia era ed è importante per me".

***

Lo dice Filippo Tortu, il velocista azzurro di origine sarda, che col suo nuovo record è secondo solo al glorioso campione Mennea. Scrive a L'Unione Sarda la sua riflessione sull'importanza dello studio, al di là dell'attività sportiva agonistica.

***

"Poi, io che vivo vicino a Milano, ho ricevuto un'offerta dalla Luiss di Roma che mi offriva le stesse cose degli americani. Hanno creato questo bellissimo progetto perché si possa portare avanti insieme lo studio e lo sport a un livello agonistico molto alto. Ne fanno parte il nuotatore Gregorio Paltrinieri, l'olimpionico di scherma Giorgio Avola, il calciatore Mattia Caldara e molti altri. E io. Un progetto fantastico, che mi permette di portare avanti tutte le cose. Ho colto l'occasione al volo e mi sono iscritto in Economia. A proposito: storia e cinematografia erano le altre opzioni. Alla fine a farmi propendere per l'Economia è stata la passione. Mi ha sempre interessato.

Studiare e allenarmi: all'inizio ero spaventato, non lo nego. Pensavo che lo studio togliesse energie all'allenamento. Invece già al primo anno mi sono ricreduto. Il doppio impegno mi ha dato una marcia in più. Frequentando l'università riesco a concentrarmi meglio nell'atletica e negli studi. E ottengo risultati migliori in entrambi.

Ai ragazzi, ma in particolare agli sportivi, consiglio di studiare. Fare più cose, darsi più possibilità. Io non volevo essere catalogato come sportivo ignorantone , luogo comune molto molto sbagliato. Invece vorrei essere considerato per altro, oltre allo sport. Un ragazzo normale, che vuole studiare e si dà da fare. La mia ispirazione, non solo in pista, resta Pietro Mennea che ha preso quattro lauree ed è l'esempio che qualsiasi sportivo dovrebbe seguire.

Certo, la famiglia mi ha aiutato molto. I miei genitori mi hanno fatto capire che lo studio doveva far parte della mia vita anche dopo le superiori. Facendo lo sportivo professionista potresti anche guadagnare soldi per stare tranquillo per tutta la vita - non nel caso dell'atletica, magari - ma penso che per tutti debba valere il principio di crearsi altre opportunità. Spero che la mia vita non sia solo su una pista di atletica, anche se non so ancora cosa farò. Magari farò qualcosa di diverso dai miei studi, come mio padre Salvino, che si è laureato in Giurisprudenza e poi ha lavorato nel commerciale e adesso fa il tecnico. Ma avere una laurea è fondamentale. A proposito: due settimane prima di correre i 100 metri in 9"99 e stabilire il record italiano, sono stato a Roma per una settimana. Studiavo e mi allenavo e poi ho dato l'esame di Storia dell'economia. Mi è proprio servito!

Filippo Tortu

(Primatista italiano dei 100 metri)

***

 
salvino tortu padre allenatore dello sprinter filippo tortu
Salvino Tortu: "Sognavo questo momento. Filippo può crescere ancora"

 
filippo tortu dopo il record di madrid
Tortu, confessioni di un recordman: "Corro con la Sardegna nel cuore"

 
la tipografia tortu a tempio
Tempio celebra Filippo Tortu, e compare un foglietto misterioso...

 
la tipografia tortu a tempio
Tempio celebra Filippo Tortu, e compare un foglietto misterioso...

 
Tortu nella storia: battuto il record di Mennea sui 100 metri

***

TORTU SALUTA I NOSTRI LETTORI:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Alfie 18/07/2018 16:56:07

    Complimenti!