Cronaca » Cagliari

Fondi ai gruppi, 5 anni e mezzo di reclusione per Mario Diana

Venerdì 13 Luglio alle 12:34 - ultimo aggiornamento alle 13:59


Mario Diana

Cinque anni e mezzo di reclusione al netto dell'assoluzione per alcuni capi d'accusa.

È la sentenza a carico dell'ex capogruppo del PdL Mario Diana al termine del processo scaturito dalla maxi inchiesta sul presunto uso illecito dei fondi destinati ai gruppi.

Il pm di Cagliari Marco Cocco aveva chiesto 8 anni per 670mila euro di spese ritenute illecite, oggi ridimensionate dalla Procura a 560mila.

Tra le assoluzioni, quella per l'acquisto di un orologio, le spese di telefono e per il matrimonio del collega politico Carlo Sanjust.

"Siamo moderatamente soddisfatti", il commento degli avvocati difensori Pierluigi Concas e Massimo Delogu, che di sicuro faranno ricorso in Appello.

Contemporaneamente davanti ai giudici della prima sezione penale è cominciato il processo dibattimentale a carico di Giacomo Sanna, ex segretario del Psd'Az, chiamato a rispondere di spese non giustificate per 45.413 euro tra l'aprile 2009 il settembre 2012 (prelevamenti allo sportello) e altri 405 euro tra il febbraio e il maggio 2012 legati al pagamento di fatture e ricevute fiscali emesse dai ristoranti "Via Veneto" di Sassari e "Da Vito" a Sennori.

Ammesse le prove chieste da pm e difensori, l'udienza è stata aggiornata a gennaio per le prime testimonianza.

Identico finale per gli ex consiglieri a processo davanti agli stessi giudici (prima udienza anche per loro): quelli di Fortza Paris Murgioni (43mila euro di contestazione), Silvestro Ladu (13.500) e Pasquale Onida (26mila) e dell'Udc Andrea Biancareddu (ex assessore all'Ambiente, 165mila euro), Francesco Ignazio Sisinnio Cuccu (175mila euro), Sergio Marracini (Udeur, 26.500 mila), Vittorio Randazzo (30mila), Antonio Cappai (36.766 euro), Salvatore Amadu (21mila euro), Alberto Randazzo (91mila euro), Giorgio Oppi (112.950 euro), Sergio Obinu (250mila euro) e Roberto Capelli (129.500 euro).

Andrea Manunza

***

 
mario diana
Fondi ai gruppi, chiesta la condanna a otto anni di carcere per Mario Diana

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • YaoMING 13/07/2018 14:50:15

    Ma noi sardi nn eravamo quelli onesti?Non eravamo quelli puri che dicevano che questo brutte cose le facevano solo i "cattivi" continentali? Sorge un dubbio,vuoi vedere che la mangiatoia Italia piace a tutti a prescindere dalla regione di provenienza?
  • Sorigumaccu 13/07/2018 14:34:38

    Ma vista la assoluzione summenzionata, le spese per mont blanc telefono e matrimonio quindi non ci sono state oppure sono state considerate legittime spese di partito?
  • Pietropaolo2 13/07/2018 13:39:13

    Adesso, nell'appello, ridurranno la pena giusto il tanto per non farlo finire in galera
  • savonaf 13/07/2018 13:26:44

    Non gli bastavano gli stipendi da consiglieri regionali. Ci stiamo comunque mettendo al passo: anche noi sardi abbiamo la nostra CASTA!!