Cronaca » Sarroch

Gatto agonizzante soccorso dopo tre giorni a Sarroch

Venerdì 22 Giugno alle 12:28 - ultimo aggiornamento alle 16:08


Il gatto ferito

Per tre giorni nessuno gli ha prestato soccorso, lasciandolo agonizzare sul piazzale del distributore di carburante situato lungo il tratto Cacip della Strada statale 195.

È stato più forte dell'indifferenza degli essere umani, il gatto soccorso questa mattina dal personale del Dog Hotel, dopo la segnalazione del Servizio veterinario della Asl.

Il povero animale, sporco e con una zampa rotta, era arrivato al distributore tre giorni fa: non è chiaro se sia stato investito da qualche auto, o se si fosse nascosto nel motore di qualche camion. A nulla sono servite le ripetute segnalazioni dei cittadini ai vigili urbani: il rifiuto a intervenire degli agenti è stato categorico.

"Purtroppo non siamo autorizzati a occuparci dei gatti - fanno sapere dal comando della polizia locale -, possiamo intervenire solo per segnalare la presenza di cani randagi particolarmente pericolosi: nella convenzione stipulata dal Comune con un canile privato, non è previsto il ricovero dei gatti".

L'animale è stato soccorso solamente questa mattina, dopo la segnalazione del comandante della compagnia barracellare del paese, Roberto Mallus, al Servizio veterinario della Asl, che ha immediatamente richiesto l'intervento del personale del Dog Hotel di Assemini.

Il gatto, nonostante le ferite, si salverà: una storia che avrebbe potuto concludersi molto prima, se solo avesse prevalso il buonsenso.

Ivan Murgana

***

LA TELEFONATA

"Abbiamo avvisato la Polizia locale, senza avere alcuna risposta. Questa mattina abbiamo poi chiamato anche noi il servizio veterinario della Asl, che fortunatamente è subito intervenuto - a parlare del gatto agonizzante a Sarroch, è il titolare del distributore di carburante, Manuel Argiolas - . Nei tre giorni in cui il gatto è rimasto nel nostro piazzale, gli abbiamo prestato soccorso come meglio abbiamo potuto - ci tiene a precisare - fino all'arrivo dei veterinai il gatto è stato accudito da noi".

(Unioneonline)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Violet2012 26/06/2018 16:58:38

    Ma soccorrerlo prima no e magari portarcelo di persona dal veterinario, invece che aspettare i vigili? Mamma mia, povero gatto