Cronaca » Gran Bretagna

"Vogliamo lavorare in pantaloncini", la protesta degli operai inglesi

Mercoledì 13 Giugno alle 20:31


La protesta dei lavoratori britannici

Un'insolita protesta con indosso gonne e vestiti femminili di tutti i colori.

Gli operai della città inglese di Chertsey, nella contea del Surrey, hanno organizzato un flash mob presentandosi sul posto lavoro con short da spiaggia e abiti da donna.

Al centro dell'agitazione le prescrizioni di legge, che impongono ai lavoratori dei cantieri di indossare pantaloni lunghi e scarponi anti-infortunio per una questione di sicurezza.

Un abbigliamento che alcuni di loro ritengono "insopportabile" durante l'estate, a causa del caldo.

Da qui la protesta, che ha lo scopo di ottenere il permesso di utilizzare i pantaloni corti.

Per questo hanno fatto appello alla legge per la parità dei diritti tra uomo e donna, approvata per contrastare l’obbligo dei tacchi a spillo per le lavoratrici.

(Unioneonline/F)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • Prometeo59 14/06/2018 12:09:15

    Gli scarponcini comunque sono indispensabili, anche se un pò scomodi da indossare.
  • Peppa_Piga 13/06/2018 21:59:29

    Mandiamo le norme di sicurezza in vacanza