Cronaca » Tempio Pausania

Indagini a Tempio su Domenico Fiordalisi, mesi di interrogatori secretati

Giovedì 24 Maggio alle 11:39


Domenico Fiordalisi

Bocche cucite in Procura a Tempio sulla clamorosa indagine chiusa nei giorni scorsi, con avviso notificato al magistrato Domenico Fiordalisi, che per quattro anni ha guidato i pm galluresi.

Stamattina, dagli uffici non è trapelato nulla. L'unico dato certo è la contestazione di falso per la presunta modifica di un fascicolo, con l'apposizione di una dicitura sulla copertina dell'incartamento.

Episodio che sarebbe avvenuto qualche mese fa, quando Fiordalisi non era più a Tempio e aveva già preso servizio in Cassazione.

Stando alla contestazione del pm Andrea Garau, Fiordalisi avrebbe aggiunto a penna una data sull'atto, operazione avvenuta a posteriori rispetto al contenuto del fascicolo.

La prima segnalazione era partita da Tempio (subito dopo i fatti, agli inizi dell'anno) destinata alla Procura di Perugia, competente su Roma, dove Fiordalisi è in servizio come Consigliere di Cassazione. Ma i magistrati umbri hanno rispedito le indagini in Gallura, perché il reato sarebbe stato commesso al di fuori delle funzioni di ufficio dell'indagato.

A quanto pare Fiordalisi, che non ha voluto fare alcun commento sulla vicenda, nelle settimane scorse è stato anche convocato a Tempio, per essere sentito.

 
il procuratore della repubblica domenico fiordalisi
Il magistrato Fiordalisi lascia la Procura di Tempio e la Sardegna: sarà in Cassazione

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • ANTIMAFIA 22/06/2018 10:59:46

    Molto strano invece che da Lanusei non siano partite segnalazioni