Cronaca » Oristano

Ferrovie, in arrivo 1.800 nuove rotaie per ristrutturare la rete sarda

Lunedì 16 Aprile alle 14:09 - ultimo aggiornamento alle 15:29


Lo sbarco del materiale

Con lo sbarco della nave Brigitte M. nel porto di Oristano, inizia oggi una nuova era per il Parco Ferroviario realizzato del Corpo Nord dell'Area Industriale del capoluogo.

La nave sta scaricando il materiale necessario – oltre 1800 rotaie lunghe 36 metri - al rifacimento di una lunga tratta delle ferrovie.

Il luogo del deposito e dell'assemblaggio di quelli che diventeranno gli oltre 65mila metri di binari da sistemare è quello del Corpo Nord. Questo, permetterà di utilizzare il raccordo ferroviario fino alla stazione delle Ferrovie dello Stato di Oristano, utile per valutare le potenzialità dell'infrastruttura ferroviaria a servizio dell'area industriale, per la quale nel corso degli anni sono sicuramente mutate le prospettive di utilizzo.

L’opera, infatti, era nata nei primi anni 70, ed è stata portata avanti nonostante la progressiva diminuzione del trasporto merci a rotaia. Per questo, sono in atto una serie di ipotesi di riconversione e lo studio di nuove opportunità d'utilizzo dell'area, non prima di un confronto con gli enti locali interessati.

In tal senso, infatti, si sta dibattendo sull'opportunità di attivare un punto d'imbarco e sbarco del porto. Per il presidente del Consorzio Industriale Provinciale Oristanese, Massimiliano Daga, questo "primo utilizzo operativo della infrastruttura ferroviaria consortile rappresenta lo sblocco di una situazione ferma ormai da diversi anni ed un importante punto di partenza per un utilizzo del raccordo a favore del sistema economico Oristanese".

(Unioneonline/DC)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

7 commenti

  • grind 17/04/2018 08:18:06

    gente di poca fede. I turisti si accalcano ai 4 angoli dell'impero di oristano. ..e quelli che vengono da ovest, sono tutti sullo zatterone al largo di maldiventre.. Son già là, sandalo, bermuda, valigia in mano e sguardo fiero, pronti a salire sul treno. Questa è l'unica mancanza che ci impedisce di contrastare la jamaica e la costa smeralda nell'ambito turistico. ma appena avremmo i binari, non ce ne sarà per nessuno. concorrenti, cominciate a tremare, e dite addio ai vostri introiti.
  • sar2010 16/04/2018 21:10:22

    65.000 metri, forse, significa 32 km. Perché il binario necessita di due ferri paralleli tra loro ...
  • SALZAR 16/04/2018 21:09:27

    65 km. di rotaie nuove in Sardegna....caspita che sforzo, bisogna brindare?
  • alexander5 16/04/2018 20:23:34

    @faustotodde: uno degli aspetti che ci potevano salvare dal deposito scorie é il fatto che le infrastrutture ferroviarie sono vecchiotte; legga l'articolo, parla di "65mila metri di binari", ovvero 65 chilometri. Vediamo, magari ce lo piazzano nel Cirras proprio vicino a Oristano. Del resto gli Oristanesi qualche timore lo avevano avuto dal 2015, quando i consiglieri di minoranza avanzarono un ordine del giorno contro il deposito. Tutto tace=brutto segno. http://notizie.olbia24.it/n?id=8861
  • sar2010 16/04/2018 19:11:18

    secondo me ha ragione alexander5
  • faustotodde 16/04/2018 18:07:50

    Fatemi capire: non si sa esattamente cosa fare e come riconvertire, ma intanto si compra il materiale? Bisogna ancora decidere cosa fare con gli amministratori locali? FANTASTICO
  • alexander5 16/04/2018 17:33:56

    1800 nuove rotaie....cascano a fagiolo... magari per trasportare scorie nucleari,no?