Cronaca » Oristano

A Oristano l'ospizio-lager: anziani maltrattati e sedati. L'audio-choc

Giovedì 11 Gennaio alle 10:53 - ultimo aggiornamento alle 17:53


Le lesioni sui corpi di due anziani

Nei confronti di P.L., 59enne di Oristano e titolare di Villa Rosina, comunità alloggio per anziani in città, è scattata la denuncia della Squadra mobile, insieme agli arresti domiciliari con divieto di comunicazione con estranei.

La donna è finita al centro di un'indagine cominciata l'anno scorso e che riguarda casi di maltrattamento nei confronti degli ospiti del centro: attraverso l'ascolto delle conversazioni - via intercettazione ambientale - gli inquirenti hanno accertato che gli anziani sono state vittime di violenze fisiche, psicologiche e morali, anche con costrizioni e vessazioni.

Sui corpi, come si evince da alcune foto, i segni delle immobilizzazioni con lesioni ed escoriazioni.

In alcune registrazioni audio sono state impresse le grida di aiuto da parte degli ospiti, che implorano un intervento (L'Unione ha l'audio delle urla strazianti e delle richieste di aiuto da parte degli anziani, ma sceglie di non metterlo online).

I maltrattamenti, spiega la Squadra mobile, sono ravvisabili anche nelle condotte e nei comportamenti omissivi che hanno avuto conseguenze sugli ospiti e sull'igiene della loro persona, del loro vestiario, della loro nutrizione e protezione.

Da rilevare, inoltre, l'indiscriminata e irregolare somministrazione di farmaci, destinata a farli sembrare, agli occhi di familiari e visitatori, particolarmente rilassati, e anche al fine di evitare che la notte disturbassero gli addetti alla vigilanza e tutela.

In un particolare episodio, la titolare della casa di cura ha minacciato un ospite: se non avesse smesso di disturbare con i suoi lamenti, gli avrebbe provocato intenzionalmente del dolore a un piede, già sofferente a causa di una patologia diabetica.

In altri casi, una paziente ha raccontato che la stessa donna (59enne) le strizzava il seno poiché gelosa dell'abbondanza di misura della degente; e quando l'anziana era senza dentiera, le allargava la bocca senza motivo e altre volte le premeva sugli occhi coi pollici per causarle dolore.

(Unioneonline/s.s.)

***

LE FOTO DIFFUSE DALLA POLIZIA DI STATO

***

***

L'INTERVISTA DI ELIA SANNA AL DIRIGENTE DELLA SQUADRA MOBILE:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

9 commenti

  • sardopunico 12/01/2018 23:24:44

    Le responsabilità vanno distriduite anche tra le istituzioni. I controlli in Italia si fanno soltanto sotto denuncia o delazione e mai sistematici. Con i 4 ospizi che abbiamo in città sarebbe una cavolata eseguirli. E poi la Asl i controlli dei protocolli di cura la capienza i vari tavor utilizatti e riscontrati nelle analisi. Ma è possibile che ci vogliano sempre i carabinieri per risolvere i problemi in un paesino come Oristano? Telecamere fisse e collegate c
  • T1999 11/01/2018 20:35:03

    Mio Dio che gente malata di mente maledetta, vi avrei tagliato le mani assassiniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • MORESCHINI 11/01/2018 18:07:58

    Titolare e collaboratori vanno spediti in galera e va buttata la chiave in mare ! Peccato che in Italia non ci sia la pena di morte ma chi maltratta anziani e bambini non meriterebbe altro ! Possibile che nessuno se ne sia accorto prima ? Edo
  • ienaridens 11/01/2018 16:50:34

    scandaloso nel 2018 la gestione dei corsi professionali che abilitano con somme dai 3500 euro a persona, CHIUNQUE SENZA MINIMAMENTE TESTARE PRE CORSO L'AMMISSIONE CON UN TEST PSICO ATTITUDINALE. eco perchè ci troviamo OSS criminali!!! potere del denaro
  • Tangerine11 11/01/2018 15:43:52

    C'è solo un provvedimento da prendere per questa gente...
  • rosalux 11/01/2018 14:38:58

    Sono contraria alla pena di morte per gli esseri umani. Ma questa maledetta aguzzina è da considerare un essere umano? No. Diamole almeno l'ergastolo, e a pane e acqua.
  • SALZAR 11/01/2018 14:16:48

    e i familiari che andavano a trovarli erano ciechi e sordi?
  • felicina 11/01/2018 14:14:27

    Roba da pazzi , quello che a fatto passare a quelle persone , la fanno stare a domiciliari , l ' avrei rinchiusa e lasciata senza mangiare ecc ecc
  • user220836 11/01/2018 13:14:18

    E a questa gentaglia, danno i domiciliari...