Cronaca » Tempio Pausania

Tempio, inchiesta sulle vendite giudiziarie: indagati giudici e avvocati

Venerdì 15 Dicembre 2017 alle 09:14 - ultimo aggiornamento Venerdì 15 Dicembre 2017 alle 14:02


Il faro della Procura di Roma sulle vendite giudiziarie al Tribunale di Tempio.

Su richiesta dei pm capitolini questa mattina la Guardia di Finanza e gli uomini della polizia di Olbia stanno eseguendo alcuni accertamenti all'interno del palazzo di giustizia.

Da quanto si apprende, l'attività degli agenti, coordinati dal dirigente Fernando Spinicci, e delle Fiamme Gialle è in particolare collegata a un'inchiesta sull'acquisto di una villa a Baia Sardinia.

Gli indagati sarebbero otto, tra magistrati e avvocati, per i quali le ipotesi di reato sono, a vario titolo, quelle di abuso d'ufficio, turbativa d'asta e falso.

Tra le persone coinvolte, il giudice Alessandro Di Giacomo, nei confronti del quale è stata emessa una misura interdittiva di 1 anno.

La villa - appartenuta all'imprenditore e produttore di vino di Arzachena Sebastiano Ragnedda, morto 2 anni fa - è stata messa sotto sequestro.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

6 commenti

  • user236734 22/01/2018 13:00:47

    Questi scandali coinvolgono un lunghissimo elenco di insospettabile gente “comune” (commercialisti, bancari, medici, impiegati, MAGISTRATI, avvocati, carabinieri, poliziotti). Perché “la ‘ndrangheta veste in giacca e cravatta e si nasconde dietro il volto di uomini d’affari apparentemente irreprensibili”, non commettendo specifici reati ma moltiplicando le capacità di guadagno grazie ad aziende che si sono lasciate sedurre dalla prospettiva di facili introiti, con l'omertà di imprenditori
  • fausty12 15/12/2017 18:25:51

    la storia dei sequestri, dei fallimenti e dei pignoramenti, siano spontanei che voluti, è una triste pagina nera di questa repubblica. In tanti hanno visto portarsi via tantissimo, e per poco dovuto. Non dimentichiamo mai che chi ha iniziato questo capitolo abominevole è il nostro fisco, a partire dalle auto a finire con le case e le aziende. Poi come sempre il resto viene da sè. Credo non sia solo tempio il problema.
  • strullo 15/12/2017 17:21:28

    che esagerazione!! sospendere il giudice per un anno. Perché non lo hanno trasferito ad altro ufficio,come avviene spesso in casi analoghi, così poteva continuare a farsi gli affari suoi.
  • toc 15/12/2017 15:24:39

    ....e non sarebbe male approfondire anche in tutti gli altri tribunali ........
  • user220048 15/12/2017 12:51:48

    Speriamo in un sollecito sviluppo dell'inchiesta, che punisca e allontani i veri responsabili.
  • tiyna 15/12/2017 11:47:35

    Si è sempre pensato che fra giudici e avvocati si potesse studiare il sistema di venire in possesso di beni a scapito di poveri disgraziati! Certo che sono in grado di studiarsela bene e farla franca ma non sempre va tutto bene.