Cronaca » Macomer

L'assessore Filippo Spanu incontra gli studenti per parlare di migranti

Venerdì 03 Novembre alle 17:28 - ultimo aggiornamento alle 18:13


Filippo Spanu tra gli studenti

Tante domande, anche tante perplessità e sopratutto si sono chieste certezze.

L'assessore regionale Filippo Spanu nell'Aula Magna del liceo ha incontrato stamattina gli studenti delle scuole superiori.

Prima le testimonianze di due giovani migranti, poi le domande degli studenti, hanno caratterizzato l'incontro promosso dalla Regione, al quale, oltre a Filippo Spanu, vi hanno partecipato i capi di istituto Gavina Cappai e Massimo De Pau, Angela Quaquero, delegata del presidente Pigliaru, il sindaco di Macomer Antonio Succu, Angely Poulette Arnaez, assistente Progetto Easo, la mediatrice culturale Genet Woldu Keflay e Stefania Cossu, psicologa nel Centro di Accoglienza di Norbello.

"Le scuole superiori sono il luogo ideale per discutere dei temi legati all'inclusione e all'integrazione dei migranti", ha detto l'assessore Spanu.

Subito dopo Angela Quaquero aggiunge: "I pregiudizi e i luoghi comuni vanno smontati per migliorare la convivenza civile e costruire solidi diritti di cittadinanza".

Tante le domande in particolare sul Cpr che si sta realizzando nell'ex carcere, fatto che sta creando tante preoccupazioni e che divide la città e il territorio.

L'assessore, al termine della mattinata, ha visitato il Centro di accoglienza "Nuraghe Ruiu", dove vivono 78 ragazzi, tra i quali 5 minori.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

2 commenti

  • dadaolta 04/11/2017 14:09:58

    Presidi che organizzassero o autorizzassero incontri di propaganda politica nelle loro scuole...sarebbero licenziati in tronco in ogni paese civile! Ma qui siamo in "Piddi-Land"!
  • dadaolta 04/11/2017 14:09:05

    Renzi tiene un comizio in chiesa,i nostri politicanti regionali invece (con la Sardegna alla canna del gas : "lavoretti" solo precari,legioni di giovani costretti a emigrare,centinaia di migliaia di disoccupati "cronici"), non hanno niente di più urgente da fare che tentare sfacciatamente il "lavaggio del cervello" dei liceali con la loro propaganda immigrazionista! Comizi in chiesa...comizi a scuola: il PD è senza vergogna! Chi vota questa gente sa che "futuro" attende nostri figli?