Cronaca » QUIRRA

Riaperte le spiagge militari di Capo Teulada e Quirra

Domenica 04 Giugno alle 12:37


Una spiaggia di Teulada

Stop alle esercitazioni, largo ai bagni di sole nelle spiagge con le stellette: da giovedì scorso sono di nuovo accessibili i litorali all'interno dei poligoni di Capo Teulada e di Quirra.

TEULADA - Da Porto Tramatzu a Is Arenas Biancas, passando per la suggestiva spiaggia di S'Ortixeddu, meglio nota come de Is Americanus, i militari hanno riaperto gli arenili off limits a bagnanti e turisti; non prima però di aver rinnovato con il Comune di Teulada il protocollo d'intesa sul loro utilizzo ormai in scadenza. L'accesso alle spiagge del poligono sarà consentito sino al 30 settembre.

Il rinnovo dell'intesa tra l'amministrazione comunale di Teulada e il Primo reggimento corazzato, di stanza nella caserma "Salvatore Pisano" di Sa Portedda, è arrivato l'altro giorno: a sottoscriverlo il sindaco Daniele Serra e il colonnello Fabrizio Giardini, comandante della base che ospita anche il Terzo reggimento bersaglieri. Il protocollo, di durata triennale, consentirà alla popolazione civile e ai tanti turisti che già frequentano le coste del Sulcis di poter accedere, come ormai avviene da qualche anno, ad alcune aree costiere di grande pregio ma interdette per diversi mesi all'anno a causa delle esercitazioni militari. "Il documento - ha sottolineato il primo cittadino di Teulada - regolamenta inoltre le attività sociali e turistiche che si svolgeranno all'interno del poligono in un'ottica di sempre maggiore integrazione".

A differenza di Porto Tramatzu e, in parte, delle dune di Is Arenas Biancas (già accessibili a piedi da Porto Pino) per poter entrare a Is Americanus occorrerà attendere ancora qualche giorno. "Come sempre - sottolinea Serra - per gli allestimenti degli spazi in area militare occorre attendere un po' di più per i lavori di preparazione: sfalcio erba, tracciatura degli stalli e sistemazione delle strade. Contiamo che possano essere operativi dal prossimo week end".

QUIRRA - Via sbarre e divieti sino al 30 settembre anche dalla spiaggia di Murtas, da giovedì scorso di nuovo fruibile. Una riapertura anticipata rispetto alla scorsa stagione, grazie all'accordo tra l'amministrazione comunale e il ministero della Difesa. Tante anche le novità, prima fra tutte l'istituzione dei parcheggi a pagamento nei mesi di luglio, agosto e nei primi 15 giorni di settembre: "Attraverso il controllo dell'area parcheggi - ha spiegato il sindaco Sandro Porcu - contiamo di creare qualche posto di lavoro ma anche di prevenire il rischio incendi, garantire una maggiore sicurezza ai bagnanti e salvaguardare le zone dunali e l'area Sic".

La gestione degli stalli sarà affidata attraverso un bando: gli aggiudicatari dovranno garantire la pulizia della spiaggia, il posizionamento dei cestini per la raccolta differenziata, la predisposizione di bagni chimici e un sistema per l'antincendio. Allo studio anche degli abbonamenti mensili per i residenti e la possibilità di usufruire di particolari sconti nelle attività commerciali della zona esibendo il ticket del parcheggio.

Il primo cittadino sottolinea inoltre come Murtas, per la prima volta, sia stata inserita nell'elenco regionale delle acque di balneazione: "Da tempo avevamo istituito due punti di studio per il controllo delle acque marine. Il monitoraggio ha evidenziato uno stato qualitativo eccellente". Anche per questo "siamo al lavoro - ha aggiunto Porcu - per garantire l'apertura della spiaggia durante tutto l'anno". Le interlocuzioni col Ministero e la Regione sono in corso da diversi mesi: "L'accordo - ha concluso il sindaco - dovrebbe prevedere un uso duale del territorio: militare e civile nello stesso tempo".

Gianni Agus

Maurizio Locci

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

1 commenti

  • tamburello 04/06/2017 14:22:33

    unica pecca---il pagamento del parcheggio...perchè non abolirlo???