Cronaca » Villaputzu

Allarme siccità a Villaputzu: scende in campo il Comune

Giovedì 25 Maggio alle 10:00 - ultimo aggiornamento alle 16:50


Un bacino a secco per la siccità (foto d'archivio)

Poche piogge durante l'inverno, una siccità che continua a gravare sulle coltivazioni dei campi e che sta causando situazioni di criticità alle aziende agricole e agli imprenditori operanti nel settore agro-alimentare del territorio di Villaputzu.

Per questo motivo l'amministrazione comunale ha predisposto il modulo di segnalazione danni che è possibile ritirare in municipio o scaricare dal sito internet dell'ente di seguito allegato.

Il modulo, debitamente compilato, dovrà essere consegnato presso l'Ufficio protocollo entro il 1 giugno.

Una situazione che si sta facendo di giorno in giorno più drammatica, e che rischia di affossare ancora di più un comparto come quello agropastorale, in piena crisi.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

2 commenti

  • Giano 27/05/2017 14:42:10

    Anche a Villaputzu allarme siccità? Hanno "sete di acqua" come ad Orgosolo? Strano, continuano a ripeterci che i sardi hanno "sete di cultura"; e per questo spendono milioni di euro per organizzare centinaia di manifestazioni di cinema, musica, teatro, poesia, in modo che ogni paesello abbia un evento culturale o almeno una sagra paesana a base di culurgionis e pecore bollite. Vuoi vedere che invece i sardi hanno più sete di acqua che di cultura? Vuoi vedere che ci stanno fregando?
  • Giano 27/05/2017 12:23:02

    Anche a Villaputzu allarme siccità? Hanno "sete di acqua" come ad Orgosolo? Strano, continuano a ripeterci che i sardi hanno "sete di cultura"; e per questo si spendono milioni di euro per organizzare centinaia di manifestazioni di cinema, musica, teatro, poesia, in modo che ogni paesello abbia un evento culturale o almeno una sagra paesana a base di culurgionis e pecore bollite. Vuoi vedere che invece i sardi hanno più sete di acqua che di cultura? Vuoi vedere che ci stanno fregando?