Cronaca » Spiaggia Poetto
Loading the player...

Poetto, è ricomparsa la sabbia bianca:
le dune alla Quarta e Quinta fermata

Venerdì 17 Febbraio alle 07:40 - ultimo aggiornamento alle 13:51


Non serve più andare sino all'ex ospedale Marino per vedere la sabbia bianca e farinosa tipica del Poetto pre ripascimento.

La mareggiata dei giorni scorsi ha creato in alcuni punti, in particolare alla Quarta e Quinta fermata, piccole dune di sabbia bianca.

Un fenomeno inatteso ma, tutto sommato, prevedibile: la mareggiate, spiegano gli scienziati, sono vitali per la salute del mare.

E ora la sabbia portata dal mare viene trattenuta dalle barriere create nel corso dei lavori di riqualificazione del litorale.’

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

17 commenti

  • albertmurgin 17/02/2017 20:00:17

    Wgrillo...già hai toppato con il tuo ID...agro come la matrice il beppone gelosone ' ma anche golosone col soldo altrui...ma va be passiamo)...Con i casotti e la sabbia Bianca c'éra un'aria di America Latina in questo meraviglioso Poetto!!!
  • albertmurgin 17/02/2017 19:42:45

    Rimettiamo i casotti!!! Ma con una concessione e sorvegliati fuori stagione!!!
  • WGrillo 17/02/2017 15:47:54

    Sto ancora ridendo dopo aver letto che qualcuno ha scritto...''Il Poetto spiaggia Caraibica''...ahhahahha....buona questa...;)..
  • guseppe 17/02/2017 15:16:53

    Sabbia bianca, sabbia fine. Non è la stessa degli anni 60, forse è di un paio di milioni di anni .Quando molti turisti del nord Italia affittano le case a Cagliari , vedono l'acqua cristallina del Poetto, e la possibilità di entrare in spiaggia senza sborsare un euro, a differenza delle sassaie della liguria, o delle putride acque piene di mucillagine di altre coste Italiane, quando finisce la loro vacanza vanno in crisi. I geologi avevano previsto tutto , ed alla fine il lavoro paga....
  • Giano 17/02/2017 12:52:00

    Il “ripascimento” del 2002 ha solo cercato di rimediare maldestramente ad un disastro iniziato molti anni prima; più o meno al tempo dell’eliminazione dei casotti. La sabbia non è scomparsa dal Poetto, è sempre lì, ma è nascosta in casette, villette, palazzine, stradine, muretti, o in palazzi di città, magari quelli che poi risultano pericolanti perché proprio costruiti con sabbia marina (ricordate il palazzo fatto sgomberare in V.le Trieste?). Insomma, c’è, ma non si vede.
  • Giano 17/02/2017 12:42:40

    Chi non ha visto la Via Lattea e il cielo stellato d'estate o le dune del Poetto, o non ricorda il sapore del pane, del maialetto, dei pomodori, dei dolci, non sa com'era il mondo una volta, e si accontenta di un mondo finto che sembra quello vero e originale, ed invece è falso e taroccato. Magari è Made in China. Ma chi non conosce la differenza non può giudicare, quindi si accontenta ed è convinto di vivere nel “migliore dei mondi”. E forse è meglio così.
  • Giano 17/02/2017 12:42:08

    Si vede a occhio, guardando la foto, che quella non è la sabbia fine delle vecchie dune, è quella più grossa che stava sotto. La sabbia bianca e fine di una volta la vedete solo nelle foto anni ‘50/’60. Ma visto che quella ormai è scomparsa per sempre, insieme alle dune, va bene anche la "finta sabbia bianca e fine". Sembra vera. Ma siccome ormai viviamo in un mondo taroccato in cui non si distingue più il vero dal falso, non si vede la differenza. Si ride per non piangere.
  • Enrico_47 17/02/2017 11:54:19

    Bella notizia, andrò a vedere. Ma è praticamente impossibile che tra la prima e la terza vi possa essere lo stesso fenomeno. La costruzione dei moli del porticciolo (piuttosto stupido come progetto) hanno modificato le correnti uccidendo la spiaggia.
  • user218714 17/02/2017 10:22:06

    E' una condizione temporale lunga, ma se consideriamo la sabbia che sta nel mare, molto più abbondante rispetto a quella della spiaggia, fra non molto tempo, di sicuro, tornerà come prima. D'altronde c'è stato solo uno scambio contro natura e la natura rimette sempre le cose a posto. La sabbia più fine è destinata alla spiaggia...tempo al tempo.
  • Mauriotto 17/02/2017 08:17:40

    Quando la natura decide ben venga, e sti cavoli piste ciclabili strade e villette che se le porti via! Tanto la natura c'era già da prima di tutte queste strutture