#CaraUnione » Cagliari

La lettera del giorno: "Cari animalisti, forse avete scordato il vostro passato..."

Sabato 16 Dicembre 2017 alle 12:05


Uno striscione degli animalisti

Pubblichiamo oggi il commento di un nostro lettore sulle proteste che spesso arrivano dai movimenti animalisti e che sono dirette a segnalare i presunti maltrattamenti subiti dagli animali stessi all'interno dei circhi, per esempio. Anche gli addestramenti alle persone dovrebbero essere vietati?, si domanda Stefano. Che ricorda anche come oggi, per la sua esperienza, "siamo tutti schiavi di divieti".

********************

"Gentile redazione,

vorrei far presente al Movimento Animalista Sardegna la necessità di porre un divieto anche a tutti i cani che vengono addestrati per i settori antidroga e antibomba, almeno per una questione di coerenza.

Anche loro soffrono, però voi animalisti non sapete che magari il loro addestramento può salvare la vita ad altre persone.

L'addestramento inoltre dovrebbe essere vietato anche agli umani? È quello che deve affrontare per esempio chi va in guerra, è un sacrificio e a volte sottomissione, però allo stesso tempo salva dalle situazioni che potrebbero mettere in pericolo la vita umana.

Magari l'elefante che viene addestrato al circo soffre, ma può essere uno dei pochi che sopravvivono perché nei circhi non li uccidono per prendersi le zanne, né la tigre viene sacrificata per la sua pelliccia; senza contare che gli animali mangiano, bevono e dormono comodamente senza dover combattere per procacciarsi il cibo, o trovare il posto per riposare.

Quindi basta con le polemiche: c'è chi viene accusato di maltrattare gli animali, chi di aver dato uno schiaffo al proprio figlio, se prendi due calci e due pugni dal tuo compagno di classe si parla subito di bullismo, mentre prima era una semplice scazzottata tra ragazzi.

Anche le cose banali vengono ora considerate come reati.

Io credo che la colpa sia non dei cazzotti o dell'addestramento agli animali, ma di internet in generale, che dà libero accesso a tutto e a tutti.

Siamo schiavi di divieti, vincoli e cavilli delle istituzioni e non abbiamo più margini per essere padroni di scegliere noi stessi cosa può essere giusto o sbagliato.

Tutto ciò che ci circonda è schematizzato e regolamentato da leggi che a volte sono eccessive.

Adoro gli animali, ma da che mondo è mondo esistono addestramenti faticosi e pesanti, sia per gli animali sia per gli umani.

Forse gli animalisti si sono dimenticati che i loro nonni per dare il sostentamento alle loro famiglie coltivavano i campi con un aratro trainato da cavalli, buoi, asini... e che gli stessi animalisti sono cresciuti grazie a queste cose".

Stefano - Cagliari

*************************

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie; non necessariamente condivide il contenuto riportato dai lettori che si assumono la responsabilità di quanto scrivono)

 
la locandina del circo con la tigre bianca
Arriva il circo con la tigre bianca: protestano gli animalisti

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

23 commenti

  • Heinz 17/12/2017 08:34:25

    Poi il ragionamento sul passato,aratro con cavalli e buoi non ha alcun senso,che facciamo?invece di andare avanti torniamo indietro?Anche gli uomini africani un tempo venivano importati schiavizzati,rinchiusi in gabbie,riprodotti esattamente come vengono trattati gli animali,quindi oggi secondo il suo ragionamento sarebbe giusto fare lo stesso solo perchè si faceva in passato?abbiamo debellato la schiavitù legale umana,ora bisogna debellare quella animale,CHE SIANO UOMINI O ANIMALI SONO VITE.
  • Heinz 17/12/2017 08:26:06

    Signor Stefano,certi animali devono poter vivere liberi nelle riserve protette in centinaia di ettari di terreno e habitat naturale,non dentro delle gabbie sbattuti da una parte all'altra,forse non ha tenuto conto delle dimensioni e dell'indole di un elefante,di una giraffa,di un leone o di una tigre in confronto con un cane,il cane non è selvatico,vive da sempre con l'essere umano e prova piacere,un animale di natura selvatica no,è costretto,e l'essere umano sceglie se essere addestrato.
  • seadiver4x4 17/12/2017 07:14:38

    continuo del precedente: quanto al fatto che in libertà gli elefanti rischierebbero di essere uccisi per le zanne, sarebbe come mettere in galera una persona perché libera potrebbe morire per qualsivoglia incidente o terrorismo. In ogni caso il punto fondamentale è: gli animali selvaggi stanno bene a casa loro, e, come disse qualcuno "aiutiamoli a casa loro"
  • seadiver4x4 17/12/2017 07:06:13

    non sono un fanatico animalista ma i maltrattamenti in genere sia su animali che umani non sono accettabili. In questo articolo si paragonano addestramenti umani con animali omettendo il dato fondamentale: l'umano sceglie di voler essere addestrato, l'animale no. Seconda generalizzazione, occorre distinguere animali selvaggi da animali domestici: i cani vengono addestrati per utilità mentre nei circhi è unicamente per idiozia di spettacolo.
  • tamburello 16/12/2017 21:23:43

    non fa una piega...ma forse gli animalisti si nutrono di proteine elettroniche
  • Nostrum 16/12/2017 20:04:12

    Stefano, concordo, vogliamo ricordare i cd "amici" dei cani che li costringono a stare in appartamenti, a fargli fare l'ora d'aria, a tenerli con guinzagli? cosa è questo?
  • user222986 16/12/2017 19:34:26

    Beh Stefano,ammirevole la tua enciclica,ma ti ricordo che trainare un carro o un aratro serviva per dare da mangiare ai nostri avi ,ben diverso invece frustare un cavallo o un elefante per farci divertire in quei orribili spettacoli che chiamano Circo,quindi il tuo paragone,seppur pieno di romanticismo,lascia il tempo che trova...
  • shardanun 16/12/2017 17:15:10

    Una cosa è l'utilizzo di animali per il proprio sostentamento, un'altra, ben diversa, è ammaestrarli per farci divertire. Se poi si considera che vengono picchiati per abituarsi ad eseguire quelle stupide evoluzioni si capisce quanto se ne possa fare a meno. Per quanto riguarda il discorso "nessuno li uccide per zanne o pelliccia" è come dire: meglio essere messi in prigione, così nessuno ci investe per strada e ci danno pure da mangiare gratis.
  • sagitter 16/12/2017 15:46:00

    Condivido tutto.Ormai è diventata una moda essere animalisti, sono delle persone che della vita non hanno capito nulla.
  • user217570 16/12/2017 15:40:04

    E io soffro il mal dipancia dal ridere quando vedo cani e gatti vestiti come umani con maglioni e calze.