#CaraUnione » Sardegna

La lettera del giorno: "Donne sarde antifasciste: esempio per chi è allergico a Gramsci"

Giovedì 16 Novembre 2017 alle 10:31 - ultimo aggiornamento Giovedì 16 Novembre 2017 alle 11:59


Ines Berlinguer, protagonista della Resistenza

Pubblichiamo oggi la riflessione di un lettore circa la forza e l'orgoglio delle donne sarde degli anni Venti capaci di sfidare il regime fascista nella difesa dei propri ideali. Un esempio, ancora oggi, di grande importanza e attualità.

********************

"Cara Redazione,

seguo con interesse la meritoria rubrica "Donne Sarde" su L'Unione Sarda online, tanto più importante visti i tempi attuali nei quali si sottovalutano penosi rigurgiti dello squadrismo del Ventennio.

Vogliamo analizzare queste eccezionali donne sarde che in tempi tragici e infinitamente peggiori di oggi spavaldamente sfidavano il regime fascista pur di affermare le proprie convinzioni e ideali?

Non dovremmo trarre oggi utili insegnamenti nel momento in cui ci lamentiamo di tutto, sembriamo in preda alla disperazione, vediamo nemici dappertutto, pretendiamo che arrivi dall'alto come Mary Poppins la persona che risolverà i nostri problemi senza che noi facciamo niente per acquisirli?

Ci viene mai in mente qual era la condizione di queste giovani donne durante il regime fascista? Eppure non si arrendevano, lottavano, reagivano.

I presupposti c'erano tutti: mio padre e mio nonno erano presenti in Piazza Costituzione a Cagliari in quel malefico 10 giugno 1940, quando veniva irradiato il discorso di entrata in guerra da parte di Mussolini. Ebbene, mio nonno reagì con male parole e fu minacciato pesantemente.

Gloria eterna a queste illustri corregionali, e che i giovani imparino.

E purtroppo, leggendo commenti dei soliti noti, ci sono persone sarde alle quali dà fastidio Antonio Gramsci!

Mario Sconamila

*************************

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie; non necessariamente condivide il contenuto riportato dai lettori che si assumono la responsabilità di quanto scrivono)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

21 commenti

  • Tessitore 17/11/2017 14:53:07

    niente da dire, sarà l'antidoto al fascismo. E li abbandonò al loro destino nei gulag di Stalin.
  • Tessitore 17/11/2017 14:43:46

    era annettere l'Italia all'unione sovietica, da li parti la risposta dei proprietari terrieri e dai reduci della guerra de 15/18, per opporsi a quel progetto.Professoroni che scrivete qui, perchè nei libri di scuola, fino a una decina di anni fà, non si fà menzione delle foibe? e perchè Togliatti, il Migliore, a proposito dei 50.000 soldati Italiani dell'ARMIR,prigionieri in Russia, a chi gli chiedeva di intervenire per liberarli, rispose così : Se un buon numero di prigionieri morirà,non trovo
  • Tessitore 17/11/2017 14:14:11

    Mio padre è stato un patriota che ha servito la Patria, quella stessa Patria infangata e vilipesa da una sinistra codarda e vigliacca, che non ha mai avuto il coraggio in quanto titolare della cultura,di dire come realmente fossero andate le cose, omettendo quello che per lei era scomodo. Il principale artefice alla presa del potere del Fascismo, fu proprio la sinistra( sempre litigiosa al suo interno come oggi) sobillando i contadini a cui prometteva il sol dell'avenir, infatti lo scopo finale,
  • sardinia 17/11/2017 13:35:45

    Egregio Agos65, vorrei farle notare che noi in questo contesto stiamo analizzando il Fascismo. Esso è stato l'unica dittatura che l'Italia abbia mai avuto. Inutile paragonarlo al Comunismo, che in Italia non c'è mai stato. E' incredibile come lei ed altri dobbiate sviare il discorso e fare il benaltrismo. Io seguo le analisi che a casa loro fanno i tedeschi circa il Nazismo: nessuno di loro mette in mezzo il Comunismo, che anche in Germania non ha mai messo piede. Mario Sconamila
  • nopagoafitto 17/11/2017 11:05:29

    Comunque il miglior commento è quello di "hawai" che ha avuto la fantasia di riuscire a paragonare qualche vetrina sfondata e qualche cassonetto bruciato con le nefandezze degli squadroni fascisti.
  • Agos65 17/11/2017 10:50:30

    Caro sig. Sconamila,ciò che descrive è tutto vero e fa parte dei gravi errori del Fascismo,che ho evidenziato. Lei cita una presunta ignoranza,mi spiace deluderla ma sono informato quanto lei sui,ripeto,gravi errori del Fascismo. Si ricordi che oggi vive in una nazione dove utilizza dopo 70 anni, leggi,servizi ed opere di pubblica utilità fondate dal Fascismo. Questo desideravo citare. Inoltre,non mi dilungo nell'elencare le atrocità del Comunismo perché l'elenco è molto più lungo del suo.....
  • user221119 17/11/2017 09:22:39

    4 commenti di fascistelli. Si va dal "Mussolini ha fatto grandi cose" fino ad un tragicomico "parliamo di chi è andato a costruire la Repubblica di Salò" passando per i due commenti eroici che sottolineano i crimini degl'altri. E niente, lettera del lettore sprecata.
  • sardinia 16/11/2017 22:55:41

    [5] Studiate, leggete, aggiornatevi: l'Istituto Luce sta facendo venire fuori dei documenti compromettenti che prima erano sconosciuti. Lo sapete che tutti (TUTTI) i vostri gerarchi caporioni avevano pronte ingenti somme da trasferire in America? Il vostro FASCISMO nella realtà è stata una truffa. Lo sapete che a fine conflitto molte decine di gerarchi nazisti sfuggirono ai processi tramite passaporti rilasciati loro dal Vaticano, ed emigrarono in Argentina? Saluti. Mario Sconamila
  • sardinia 16/11/2017 22:48:21

    [4] le campagne in Grecia e specialmente Jugoslavia. Signori fascisti: sapete che nel 1941 il vostro duce insieme ad Hitler invase la Jugoslavia? NO. Sapete quante vittime ebbero gli slavi per l'invasione? UN MILIONE, fra civili e militari. Sapete cosa fecero i nostri bravi ragazzi alle giovani donne slave? Mario Cervi ed Enzo Bettiza non erano comunisti, ma come signori giornalisti ebbero la dignità di scrivere le orrende schifezze dei nostri eserciti in Grecia e Jugoslavia. ./.
  • sardinia 16/11/2017 22:38:08

    [3] apostolici in Germania collaborava col Nazismo. Cosa sanno i fascisti della guerra civile a nord della Linea Gotica fra i partigiani ed i nazisti uniti ai repubblichini? ZERO. Peccato non avere spazio per sviluppare. La cosa più vergognosa? Signori fascisti, conoscete la politica estera del duce? NO! Se la conosceste, vi vergognereste. Campagna di Russia coi soldati con scarpe di cartone. Conquista dell'Etiopia tramite armi chimiche: vi vergognate? Ma le peggiori furono ./.