Politica

Laura Boldrini lascia gli Stati Uniti
"Migrazione è una grande opportunità"

Sabato 24 Maggio 2014 alle 08:21


Laura Boldrini in un recente viaggio

Ma nella capitale - oltre ai vertici del Congresso, come la democratica Nancy Pelosi e lo Speaker repubblicano John Boehner e diversi altri congressman - Boldrini ha anche voluto incontrare tanti italiani, "giovani immigrati di nuova generazione, che sono scienziati, ricercatori, o che avviano start-up" e "che ancora oggi contribuiscono a rendere grande questo Paese", ha affermato. Il tema dell'immigrazione è stato presente in tutto il viaggio.

Ieri, con una visita a Ellis Island, "porta di ingresso" tra il 1892 e il 1954 per milioni di immigrati negli Stati Uniti; ma anche ieri a Ground Zero, al memoriale delle vittime dell'attentato dell'11 settembre 2001, in cui, ha sottolineato, "persero la vita tremila persone provenienti da 90 Paesi diversi". E ancora, con una visita al memoriale della Triangle Shirtwaist Factory, una fabbrica di tessuti distrutta da un incendio il 25 marzo 1911 in cui morirono 146 persone, tra cui 123 donne, per la maggior parte giovani immigrati italiani e ebrei. E anche temi di carattere sociale sono stati al centro degli incontri. Con una tavola rotonda a Washington sulle sfide dell'era digitale, dai diritti delle donne sul web, alla lotta al cyberbullismo. O alla City Hall di New York, con la vice sindaco responsabile per i servizi sanitari, Lilliam Barrios Paoli. E ancora, sempre a New York, con una visita all'Henry Street Settlement, una organizzazione no profit in prima linea nella lotta alla povertà, che si occupa di dare sostegno a decine di migliaia di cittadini a basso reddito. Dunque un viaggio istituzionale, ma anche ricco di incontri con esponenti della comunità italiana.

"La migrazione, quando si tratta di inquadrarla in un contesto più ampio, è una grande opportunità, muoversi è un valore aggiunto, oggi con la globalizzazione si muovono le idee e si muovono gli esseri umani", ha affermato infine Boldrini nell'incontro con gli imprenditori, una riunione voluta, come le altre in cui ha incontrato le eccellenze italiane negli Usa "per capire perché sono andati via, e come riuscire a farli rientrare, se possibile", ha affermato, prima di ripartire infine con un volo di linea per l'Italia.

Loading...
Caricamento in corso...