Cronaca » Provincia di Taranto

Omicidio Sarah Scazzi, "Sabrina Misseri potrebbe tornare in libertà"

Mercoledì 05 Settembre alle 12:52 - ultimo aggiornamento alle 14:17


Michele Misseri, Cosima Serrano e Sabrina Misseri (foto Ansa)

Sabrina Misseri potrebbe presto uscire dal carcere.

A rivelare l'indiscrezione è la trasmissione "Pomeriggio 5", secondo cui la giovane - condannata dalla Cassazione all'ergastolo insieme alla madre Cosima Serrano per l'omicidio della cugina 15enne Sarah Scazzi, avvenuto ad Avetrana (Taranto) nel 2010 - avrebbe presentato ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo, che avrebbe giudicato l'istanza ammissibile.

La Corte avrebbe infatti riscontrato elementi da rivedere nei tre gradi di giudizio.

Inoltre da metà ottobre, Sabrina Misseri potrebbe godere di permessi premio, ottenuti grazie alla sua buona condotta in carcere.

Continua a dichiararsi colpevole, invece, Michele Misseri, padre di Sabrina e marito di Cosima, che si è sempre detto autore del delitto.

L'uomo è stato condannato in via definitiva a otto anni per i reati di soppressione di cadavere e inquinamento delle prove.

In una lettera indirizzata all'inviata della trasmissione della D'Urso, Misseri ribadisce: "Sto bene fisicamente, ma con la mia coscienza no. Io sono il vero colpevole e non Sabrina e Cosima. Io non smetto mai di scrivere loro". Riferendosi poi alle due puntate della trasmissione Storie Maledette, durante le quali Franca Leosini ha incontrato Sabrina e Cosima, aggiunge: "Ho visto la loro intervista dal carcere e quello che hanno detto è tutto vero, sono stato tanto male. So cosa ho fatto alla piccola Sarah e non sono creduto da nessuno. Sono nelle mani di Dio, solo lui sa la verità".

(Unioneonline/F)

 
da sinistra cosima serrano sarah scazzi e sabrina misseri
Sarah Scazzi, confermato l'ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano

 
sarah scazzi
Otto anni fa il delitto di Avetrana: Sarah Scazzi, vittima innocente

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • perla54 06/09/2018 07:17:09

    Al solito... Lasciate quelle due in carcere... Sabrina prima di tutte.
  • user224204 05/09/2018 23:13:32

    Sennò non eravamo in Italia,e poi ce la troveremo pure dalla D Urso per l arringa finale.
  • SET29ECO 05/09/2018 18:15:09

    Quello che è capitato a quelle due donne è scandaloso. Era evidente dal primo momento che non c'entrano niente con l'omicidio di Sarah Scazzi. Ma un PM ed un Giudice avevano costruito una tesi molto popolare perchè grasse ed antipatiche. Hanno continuato a sostenerla in Cassazione appoggiati da parte dell'opinione pubblica e da qualche criminologo televisivo . Questa sta diventando la società dell'immagine e chi non è all'altezza subisce. Speriamo che rimedi a questa ingiustizia.
  • user226041 05/09/2018 16:49:42

    Che Dio vi fulmini!