Cronaca » Scozia

Il Governo scozzese darà assorbenti gratis alle studentesse

Giovedì 30 Agosto alle 15:51


Immagine simbolo

L'assistenza sociale può passare anche da qui: fornendo gratuitamente prodotti sanitari come gli assorbenti ai giovanissimi.

Ne è convinto il Governo scozzese, che per voce del Primo ministro Nicola Sturgeon lo scorso venerdì ha annunciato un piano da 5,2 milioni di sterline per garantire prodotti basilari come gli assorbenti a tutte le studentesse di licei e college.

Non è cosa da poco in un Paese in cui il livello di povertà di alcune fasce sociali rende difficile acquistare anche prodotti sanitari che tendiamo a ritenere "scontati". È la cosiddetta "period poverty", quella che nei giorni del ciclo mestruale comporta l'assenza da scuola delle studentesse che non possono permettersi l'acquisto di assorbenti.

"L'accesso ai prodotti del periodo dovrebbe essere un diritto, a prescindere dal reddito - ha dichiarato la parlamentare scozzese Monica Lennon - motivo per cui procediamo con i piani legislativi per introdurre un sistema universale di accesso libero a questi prodotti in Scozia. Nessuno dovrebbe affrontare l'umiliazione di non essere in grado di accedere a questi prodotti essenziali".

Un'iniziativa che sta attirando l'attenzione di altri governi, e che segue la decisione del Canada di abolire l'Iva sugli assorbenti, perché ritenuti prodotti indispensabili il cui accesso deve essere garantito a tutti.

(Unioneonline/b.m.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • Pietropaolo2 31/08/2018 10:58:15

    quindi gratis per tutte o solo per le bisognose ? che l'iva sui prodotti riguardanti l'igiene personale debba esser abolita dovrebbe esser la logica di un paese civile. come pure però il controllo del costo (anzichè imporrne il prezzo attraverso pratiche clientelari -vedi caso Poggiolini) di tutti i prodotti senza iva in vendita nella farmacie.... si avrebbe una naturale concorrenza che ne farebbe diminuire il prezzo al pubblico.
  • user220814 30/08/2018 16:51:55

    Fake new? Ci dobbiamo credere? Facciamo il conto della spesa mensile (chi lo sa meglio delle donne?) e ci renderemo conto che la storia è una balla. Non sarà stata invece una scusa generale per non andare a scuola?