Cronaca » Norvegia

Dalla Norvegia una storia d'amore e spionaggio che imbarazza il Governo

Martedì 14 Agosto alle 11:07


Il ministro norvegese Per Sandberg e la compagna Bahareh Letnes. (Foto Ansa)

Trent'anni di differenza, rifugiata iraniana ed ex Miss lei, norvegese lui, ministro della Pesca e vice presidente del Partito del Progresso apertamente xenofobo e su posizioni anti-migranti: sono la coppia che sta facendo discutere la pacata Norvegia e la loro storia d'amore e spionaggio sta facendo il giro dei media mondiali.

"Le culture non si mescolino" diceva fino a pochi mesi fa il politico Per Sandberg, noto per aver proposto l'utilizzo del braccialetto elettronico per gli stranieri, la chiusura delle frontiere norvegesi e l'espulsione per gli immigrati che lasciavano la Norvegia per trascorrere le vacanze nei Paesi d'origine.

Poi è arrivato l'amore per l'ex reginetta di bellezza Bahareh Letnes, fuggita dall'Iran non ancora maggiorenne per evitare un matrimonio combinato.

Non appena la loro relazione è diventata di dominio pubblico sono iniziati i guai per il politico Sandberg, fino a costringerlo alle dimissioni da tutti gli incarichi. La sua colpa? Esser partito per un viaggio in Iran insieme alla compagna, senza aver avvisato il Governo norvegese e portando con sé il telefono di servizio, in aperta violazione dei protocolli di sicurezza nazionali.

La leggerezza dell'ex Ministro sta creando forte imbarazzo a Oslo e i servizi segreti nazionali hanno aperto un'inchiesta per violazione delle norme di sicurezza contro il terrorismo e sui possibili rapporti della donna con il regime iraniano.

(Unioneonline/b.m.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Torre2 14/08/2018 11:22:56

    e si :se il migrante è bello va integrato e accettato se il migrante è brutto "rimandiamoli a casa loro°!!