Cronaca » Egitto

Caso Regeni, il ministro Moavero Milanesi: "Anche l'Egitto vuole la verità"

Domenica 05 Agosto alle 15:44 - ultimo aggiornamento alle 16:14


Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi insieme al suo omologo egiziano Sameh Shoukry (foto Ansa)

C'è la "determinazione" del governo egiziano e del presidente Abdel Fatah al Sisi a giungere ad una soluzione della "vicenda tragica" della morte di Giulio Regeni, che dia giustizia al giovane ricercatore italiano ucciso nel gennaio del 2016.

Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Mavero Milanesi in visita al Cairo, la prima dal 2015.

L'esponente del governo Conte ha sottolineando che la ricerca della verità sul caso del dottorando friulano rimane per il governo italiano di "assoluta priorità".

Moavero ha poi dichiarato di avere avuto nei suoi incontri "conferma" della "ottima collaborazione" avvenuta sulla vicenda tra le autorità giudiziarie egiziane e quelle italiane, che ha permesso di "analizzare meglio il quadro probatorio" e gli elementi utili per l'individuazione dei responsabili.

Il ministro ha poi proseguito con un faccia a faccia con il suo omologo egiziano a palazzo Tahrir.

I colloqui hanno riguardato le relazioni bilaterali e i mezzi per rilanciarle nei diversi settori, la situazione in Libia e la lotta contro il terrorismo.

(Unioneonline/F)

 
nella foto paola regeni
Regeni, la mamma di Giulio annuncia lo sciopero della fame

 
un immagine della fiaccolata in piazza montecitorio a roma
Due anni senza Giulio Regeni: fiaccolate in tutta Italia, anche a Cagliari. Incontri all'ateneo di Sassari

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • rosalux 05/08/2018 18:40:45

    Quante vergognose bugie. S'incontrano per altri motivi, molto più pratici, e poi dicono di aver discusso sulla morte di Giulio Regeni. Fateci la grazia di non mentire spudoratamente e lasciate riposare in pace questo povero ragazzo.