Cronaca » Provincia di Latina

Aspirata dal bocchettone della piscina, l'autopsia: "Sara è morta per annegamento"

Sabato 14 Luglio alle 12:32 - ultimo aggiornamento alle 14:23


La piscina della tragedia

È morta per annegamento Sara Francesco Basso, la 13enne che ha perso la vita mercoledì dopo essere stata risucchiata dal bocchettone della piscina di un hotel a quattro stelle di Sperlonga, in provincia di Latina.

Lo rivelano i primi risultati dell'autopsia, eseguita oggi all'istituto di medicina legale del policlinico Tor Vergata di Roma.

Dall'esame non sarebbero emersi segni che possano supportare l'ipotesi di un malore.

Per il caso sono state iscritte nel registro degli indagati dalla procura di Latina quattro persone per l'ipotesi di concorso in omicidio colposo.

Si tratta del legale rappresentante della società Virgilio srl che gestisce la struttura alberghiera, l'ex proprietario dell'hotel, il costruttore della piscina e il responsabile della manutenzione.

Posta sotto sequestro dagli inquirenti, la piscina potrebbe essere abusiva.

Inoltre, sono ancora in corso accertamenti sulla potenza del bocchettone del ricambio dell'acqua, ampio circa 20 centimetri.

(Unioneonline/F)

 
Aspirata dal bocchettone della piscina: muore in hotel una 13enne

 
la piscina in cui avvenuta la tragedia
Aspirata dal bocchettone della piscina, muore 13enne: quattro indagati

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook