Cronaca » Cagliari

Videosorveglianza, in arrivo 20 milioni
Servizio esteso a tutti i comuni sardi

Venerdì 06 Luglio alle 15:11 - ultimo aggiornamento alle 17:26


La conferenza stampa

Oltre 20 milioni di euro di finanziamenti per riempire di telecamere di videosorveglianza tutti e 377 i comuni sardi.

È quanto prevede il bando promosso dalla Giunta Pigliaru, a cui potranno partecipare tutti i 267 comuni dell'Isola non ancora coperti dal sistema di videosorveglianza: si va da un minimo di 35mila euro per i paesi con meno di mille abitanti a un massimo di 200mila per quelli che ne hanno più di 20mila.

Il bando, che incentiva anche le aggregazioni tra comuni, è stato presentato dopo il via libera della Giunta in una conferenza stampa a cui hanno partecipato il presidente Francesco Pigliaru e gli assessori degli Affari Generali Filippo Spanu e degli Enti locali Cristiano Erriu, con il presidente Anci Sardegna Emiliano Deiana, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda e l'assessore all'Industrua di Oristano Pupa Tarantini.

Le risorse economiche - 20 milioni 200mila euro per la precisione - sono così suddivise: 16 milioni 930mila euro banno ai comuni, 3 milioni 200mila euro per l'estensione della Rete Telematica Regionale e 50mila euro al comune di Macomer per realizzare una rete di monitoraggio e controllo collegata al Cpr (Centro per il rimpatrio) di imminente apertura.

Le opere dovranno essere ultimate entro luglio 2020, in modo da realizzare nell'Isola un sistema integrato di videosorveglianza, con tutti i comuni legati in rete per garantire una maggiore prevenzione degli atti di vandalismo, degli episodi di criminalità (piccola e organizzata) e delle intimidazioni a cittadini e amministratori locali".

LE DICHIARAZIONI - "Dai nostri territori arriva una domanda crescente di sicurezza - ha affermato il governatore Francesco Pigliaru - esigenza che riguarda gli amministratori locali, troppo spesso vittime di intimidazioni, e in generale tutti i cittadini. Per questo abbiamo investito molto sulla videosorveglianza in modo da coprire tutti i 377 comuni sardi nessuno escluso. Un passo avanti sul fronte della sicurezza, che si aggiunge a Iscol@, che migliora le scuole di tutta l'Isola, e a LavoRas, che crea opportunità di lavoro in modo diffuso".

"Un bando che ha risponde alle istanze e alle esigenze più volte manifestate dalle comunità locali e nasce sulla base degli accordi sottoscritti con il ministero dell'Interno, le Prefetture, l'Anci e il Cal", ha dichiarato Filippo Spanu.

Erriu invece: "È la prima volta che Regione, sistema delle autonomie locali e forze di polizia mettono in piedi un sistema integrato di videosorveglianza che punta all'aggregazione dei Comuni. Un progetto unico, perché in nessun'altra regione tutti i comuni sono legati in rete per garantire la pubblica sicurezza".

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

6 commenti

  • Giano 07/07/2018 12:17:57

    Ottima notizia (23 milioni di euro da spartirsi) per le aziende che producono telecamere e per le aziende che le installano.
  • user216857 07/07/2018 10:45:25

    Speriamo funzioni e non vada in tilt dopo pochi giorni.......
  • tamburello 07/07/2018 09:55:25

    Ecco..... Giunta e sindaco di villacidro, è ora di installarle in tutto il paese.....
  • Utente_US 06/07/2018 22:43:34

    Spero che il bando preveda la ditta più cara e il materiale più scadente..!
  • user232371 06/07/2018 21:30:04

    20 milioni che diventeranno 5 dopo essere passati per le mani dei politici in regione. Con 5 milioni monteranno forse le telecamere finte...
  • ca-opinionis 06/07/2018 18:38:21

    Finalmente aumenta capillarmente l’uso di questa efficace tecnologia contro la scatenata criminalità, alla buonora. Nonostante ciò sono utili maggiori risorse per una più che efficace lotta alla delinquenza. A qualcuno può essere parecchio indigesto ma nel centro storico di Cagliari per difendere la salute pubblica contro la conosciutissima piaga dell’inquinamento acustico, vanno acquistate le telecamere munite di fonometro, nei casi disturbo quiete, pronte ad attestare chiaramente il grave danno biologico