Cronaca » Ollolai

Fenomeno spopolamento in Sardegna, nuovi obiettivi con la Carta di Ollolai

Mercoledì 13 Giugno alle 14:29 - ultimo aggiornamento alle 15:21


La presentazione degli atti di un convegno che si è svolto a Ollolai, nell'ottobre scorso, è stata l'occasione per lanciare, oggi a Cagliari, una nuova proposta per contrastare il fenomeno dello spopolamento.

Come ha sottolineato Gianfranco Ganau, presidente del Consiglio regionale, "la Carta di Ollolai ha il merito di aver posto all'attenzione della politica il tema dello spopolamento che non riguarda solo la Sardegna, ma da noi è certamente più accentuato a causa del forte calo demografico".

Dall'incontro di Ollolai è nato un volume curato da Giorgio Carta, Pietro Ciarlo, Pietro Maurandi e Mario Pinna, e che è stato presentato questa mattina.

"A livello nazionale il fenomeno è stato finalmente preso in considerazione - ha ricordato Ganau - approvando la legge sui piccoli Comuni che necessita ora di maggiori risorse. La speranza è che il nuovo Governo prenda impegni seri e finanzi adeguatamente questa legge, contribuendo in questo modo alle politiche portate avanti anche a livello regionale. Nei prossimi sessant'anni è prevista la scomparsa di 31 Comuni sotto i mille abitanti - ha aggiunto - che significa una perdita di controllo dei territori, della cultura e delle tradizioni proprie delle nostre comunità".

Gli strumenti già messi in campo, ha sottolineato l'assessore regionale degli Enti locali, Cristiano Erriu, "risultano senz'altro più efficaci se immaginati in una dimensione di coordinamento di politiche che favoriscano i processi di cooperazione intercomunale. Una nuova Governance - ha aggiunto - che va costruita, perché servono delle regole e una nuova mentalità che ora è in fase di sviluppo e sta andando avanti".

Giorgio Carta, coordinatore della sezione sarda dell'associazione ex Parlamentari, ha ricordato l'importanza di portare il dibattito sullo spopolamento delle aree interne della Sardegna nell'aula del Consiglio regionale e ha auspicato che "La Carta di Ollolai" venga divulgata nelle scuole.

Ad accogliere questo invito ci hanno pensato il presidente del Consiglio delle Autonomie Locali, Andrea Soddu, e quello dell'Anci, Emiliano Deiana.

(Unioneonline/s.s.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • sar2010 13/06/2018 19:12:28

    236796, probabilmente tu vivi a Cagliari e dintorni, per cui non ti rendi conto di che cosa significhi spopolamento. Io e altri lo sappiamo e ti garantisco che pensiamo che se la Regione non si decide a spostare i servizi da noi, così da mantenere abitanti anzi da richiamare altra gente, senza ciò noi a breve moriremo. E questo grazie a chi vuole la Sardegna "ciambella" ...
  • user236796 13/06/2018 17:46:48

    Per contrastare il fenomeno dello spopolamento esiste solo una soluzione: le donne Sarde e Italiane dovrebbero fare figli come facevano le nostre nonne. Poichè è chiaro a tutti che ciò non succederà, questi convegni,incontri, carte di Ollollai sono il solito magna magna di ex parlamentari, vari presidenti di questo e quello. Speriamo che il nuovo governo faccia leggi x limitare tutto questo spreco di denaro pubblico.Nei prossimi sessant'anni è prevista la scomparsa di 31 Comuni?E chi se ne ...