Cronaca » Provincia di Reggio di Calabria

Reggio Calabria, svuotavano conti correnti di anziani e invalidi: 29 in manette

Mercoledì 16 Maggio alle 07:02 - ultimo aggiornamento Venerdì 18 Maggio alle 20:04


Operazione dei carabinieri a Reggio Calabria.

In manette sono finite 29 persone sospettate di far parte di due gruppi criminali dediti al furto e all'illecita appropriazione di titoli, buoni fruttiferi, libretti postali e liquidità su conti correnti.

Grazie alla complicità di direttori e dipendenti infedeli di alcuni uffici postali, anziani o invalidi sarebbero stati derubati di centinaia di migliaia di euro.

Le indagini sono partite nel 2014 e sono state coordinate dalla Procura di Reggio Calabria.

Sotto osservazione i dipendenti delle Poste: gli operatori attestavano falsamente la paternità dei trasferimenti di denaro e permettevano, con le credenziali di accesso al sistema informatico di Poste italiane, di riciclare il denaro. I carabinieri hanno passato al vaglio migliaia di operazioni illecite in danno di 45 risparmiatori.

Fra gli arrestati, due persone vicine a cosche di 'ndrangheta di Siderno e due ex direttori di uffici postali della provincia di Reggio Calabria.

Poste italiane fa sapere in una nota di aver offerto "come di consueto, e sin dal 2015, anno dell’avvio dell’indagine, la massima collaborazione alla Polizia giudiziaria di Reggio Calabria, impegnata nell’inchiesta su una ipotesi di truffa alla quale avrebbero concorso alcuni suoi dipendenti. L’Azienda è parte lesa nella vicenda".

Poste Italiane - aggiunge la nota - "ha assunto provvedimenti immediati nei confronti degli indagati: alcuni impiegati sono stati licenziati già nel 2015 per gravi irregolarità interne già accertate autonomamente dall’Azienda, per altri è scattata la sospensione".

(Unioneonline/s.a.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • gioiello 16/05/2018 14:20:10

    Siamo un popolo di LADRI