Cronaca » Provincia di Brescia

Bacio "rubato" a una soldatessa: sergente condannato

Mercoledì 21 Febbraio alle 12:12 - ultimo aggiornamento alle 13:40


Immagine simbolo

Il tribunale di Brescia ha condannato a 8 mesi e 24 giorni di reclusione, con pena sospesa con la condizionale, il sergente dell'Esercito italiano Nicola Musto, accusato di violenza sessuale nei confronti di una soldatessa.

Il fatto risale al 2007, quando il militare avrebbe baciato sul collo la 19enne contro la sua volontà.

La donna avrebbe infatti cercato di respingerlo.

Era stata lei stessa a raccontare e denunciare l'episodio alcune settimane più tardi.

Dopo 11 anni il procedimento si è concluso con la condanna del sergente.

Per Musto la difesa aveva chiesto l'assoluzione.

(Unioneonline/F)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • semur 21/02/2018 13:07:56

    la violenza è sempre da condannare, ma perchè le pene non sono mai uguali? proprio oggi un pedofilo che approfittava abitualmente di una bambina è stato condannato a soli sei anni. in proporzione avrebbero dovuto condannarlo almeno cinque volte di più.