Cronaca » Provincia di Bologna

Barista ucciso a Budrio: il ricercato Igor Vaclavic doveva già essere espulso dall'Italia

Mercoledì 05 Aprile alle 09:24 - ultimo aggiornamento alle 09:59


Il ricercato Igor Vaclavic

In Emilia Romagna, continuano le ricerche di Igor Vaclavic, l'ex militare russo sospettato di aver ucciso, durante un tentativo di rapina, il barista 52enne Davide Fabbri a Riccardina di Budrio (Bologna).

L'uomo, 40 anni, considerato un soggetto "pericolosissimo" dalle forze dell'ordine, doveva lasciare il nostro Paese già nel 2010. A quell'anno risale infatti il primo decreto di espulsione dall'Italia firmato dal questore di Rovigo.

Ancora l'anno successivo, l'uomo avrebbe dovuto essere rimpatriato dopo aver scontato una condanna a 5 anni e 8 mesi di carcere per alcune rapine compiute nella provincia di Ferrara. Un'istanza a cui non è mai stata data esecuzione.

Intanto l'autopsia eseguita su Fabbri ha confermato quanto ipotizzato inizialmente dagli inquirenti: l'uomo è stato ucciso da un solo colpo mortale da arma da fuoco che lo ha raggiunto alla base del collo per poi trafiggere il corpo. La vittima aveva poi alcune ferite sulle mani, segno della colluttazione con il suo aggressore.

Si attendono invece i risultati dell'analisi da parte dei Ris del materiale organico trovato sotto le unghie di Fabbri e degli indumenti indossati dal 52enne la notte dell'omicidio.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

6 commenti

  • mortimermous 05/04/2017 19:00:01

    Se uno come costui che è definito pericoloso pensiamo alle migliaia di altri soggettivi pericolosi che si crogiolano al caldo in Italia a spacciare, rubare e a fare atti criminosi in serie, un paese dei bengodi dove anche se becchi 5 anni di detenzione sei.libero e continui.a fare i porci.comodi. verrà preso presto e comunque va cambiato tutto perché nulla funziona, ci vuole una rivoluzione di tutte le leggi e dei politici tutti a casa.
  • Utente_US 05/04/2017 18:14:47

    Igor vota pd alle prossime elezioni!
  • dadaolta 05/04/2017 16:53:26

    I familiari dell'assassinato dovrebbero portare in giudizio l'inesistente e complice "stato"(participio passato="fu e non è più") itagliano! L' "espulsione" ,nel Paese dei Cachi,consiste infatti nel consegnare un foglio di carta e liberare l'"espulso"(in questo caso definito addirittura "pericolosissimo"!) sul territorio nazionale, dove potrà tranquillamente continuare a delinquere per anni e anni e anni! Siamo ormai la tragica barzelletta d'Europa...
  • sadam 05/04/2017 13:16:58

    Ma perchè in Italia esistono leggi che condanni i delinquenti? Ogni giorno, nel paese dei ladri e delinquenti, si scopre qualcosa di incredibile.
  • Bagarzu 05/04/2017 10:49:44

    però in italia nessuno deve toccare Caino...
  • Fisieddu 05/04/2017 10:08:53

    In Italia funziona così: espulso, ritorni al suo paese, e guai a lei se lo troviamo ancora in zona, altrimenti sarà di nuovo espulso, ovviamente gli espulsi se ne guardano bene dall' ottemperare.