SPORT - SPORT DI SQUADRA

A2 maschile

Pallamano, Raimond e Verdeazzurro attese da Fiorentina e Rubiera

Due trasferte impegnative
la raimond sassari (foto claudio atzori)
La Raimond Sassari (foto Claudio Atzori)

A una settimana dal derby sassarese dell'A2 maschile di pallamano, Raimond e Verdeazzurro sono chiamate a due trasferte impegnative. I primi a scendere in campo saranno i ragazzi guidati da Patrizia Canu e Patrizia Cossu, attesi domani alle 18 in casa del Secchia Rubiera.

In provincia di Reggio Emilia, la Verdeazzurro si troverà di fronte un avversario ostico, che è stato in grado di inanellare sei successi nelle prime sei gare prima di scontrarsi con le squadre di vertice del girone B. Al momento gli emiliani sono sesti e hanno tre punti di vantaggio sui turritani, che a Rubiera dovranno far a meno del capitano Francesco Cherosu, ancora fermo per infortunio. "Ciò che non ci uccide ci fortifica. È dall'inizio del campionato che, a rotazione, siamo costretti a fare a meno di alcuni dei nostri pezzi da novanta, ma nonostante ciò l'umore è ottimo, il gruppo è unito e pronto a lottare", ha raccontato la coach Canu. "Gli infortuni ci hanno costretto a puntare ancor di più sui nostri giovanissimi e in fin dei conti questo ha permesso loro di accorciare i tempi, è come se avessero saltato un anno, stanno maturando in fretta e dimostrano di essere già molto sicuri. L'obiettivo rimane la salvezza ed è alla nostra portata".

RAIMOND - I rossoblù del tecnico Passino domani sera alle 20 affronteranno la Fiorentina. Nel capoluogo toscano, contro la squadra che con Estense e Ferrara condivide l'ottava posizione, capitan Pirino e compagni proveranno a centrare il nono trionfo consecutivo.

"Abbiamo lavorato tutta la settimana con l'intento di arrivare preparati in casa di una squadra che, pur non avendo tantissimi punti, ha dimostrato di saper lottare alla pari anche con le squadre più competitive, soprattutto in casa", ha spiegato il coach sassarese. "Il loro rendimento è stato altalenante, ma nonostante ciò noi non sottovalutiamo nessuno, sappiamo che uno stop vanificherebbe gli sforzi fatti fino ad ora. Non abbiamo ancora espresso tutto il nostro potenziale, ma stiamo bene fisicamente e mentalmente".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...