SPORT - CALCIO REGIONALE

seconda categoria

Carloforte riparte da "Verde Isola 2.0" con il vecchio patron Giuseppe Buzzo

Una nobile decaduta del calcio sardo: interregionale, tanta eccellenza, poi il fallimento. Quest'anno neanche la prima categoria
giuseppe buzzo (archivio l unione sarda)
Giuseppe Buzzo (Archivio L'Unione Sarda)

I bei tempi sono lontani anni luce: 36 anni fa il Carloforte ha giocato anche in Interregionale. Ha militato per tanti anni in Eccellenza. E ora rinuncia anche alla Prima categoria.

Un fallimento: "Purtroppo non sono state attivate le dovute iniziative per scongiurare un fallimento annunciato", dice Giuseppe Buzzo, ex presidente del club. "Sono convinto che una sinergia tra imprenditori e amministratori locali e vecchia dirigenza", aggiunge il patron che due anni fa con i tabarchini era stato ad un passo dal salto in Eccellenza, "avrebbe potuto evitare quello che ritengo disastro sportivo".

Il calcio nell'Isola però riparte da una nuova società "La Verde Isola 2.0", ripescata in Seconda categoria. Il presidente è proprio Buzzo. La squadra è stata affidata a Pasquale Lazzaro e potrà contare su un mix di ottimi giovani carlofortini: Giovanni Boi (classe 2002), Antonio D'Arco (2001) e Fabio Puggioni (2002).

Ingaggiati gli esperti Giacomo Sanna (ex Carbonia) e Momo Konate (ex Arbus e Carbonia), autentici top player per la categoria, Alberto Arrais (1998), Cesare Luxoro (1998), Andrea Napoli (2000) e Moreno Congia. "L'obiettivo è quello di riportare Carloforte nelle categorie più consone alla propria storia. Non sarà facile, ma ci proveremo", assicura Buzzo.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...