SPORT - CALCIO

Pagelle rossoblù

Si salvano Cragno e Joao, Pellegrini promette bene

Non male il giovane neoacquisto, male tutto il resto: disastro Ceppitelli, e cadono anche certezze come Barella e Pavoletti
duello tra luca pellegrini e davide calabria (ansa)
Duello tra Luca Pellegrini e Davide Calabria (Ansa)

Milan-Cagliari è finita 3-0 per i rossoneri, con autogol di Ceppitelli e reti di Paquetà e Piatek. Ecco le pagelle dei rossoblù.

Cragno 6: Fa quel che può: risponde a Calhanoglu (più di una volta) e Suso, ma c'è poco da fare sul letale autogol di Ceppitelli, e anche sulle altre due reti. Ecco perché nonostante i tre gol subiti merita la sufficienza.

Srna 5: Soffre le continue avanzate e sovrapposizioni di Calhanoglu e Paquetà, perde il brasiliano in occasione del gol del 2-0 ed è meno pericoloso del solito anche in avanti.

Pisacane 5,5: Lì dietro tiene la baracca. Fa il possibile, quasi senza sbavature, almeno per un tempo. Poi cede anche lui qualcosa.

Ceppitelli 4: Tante invece le sbavature del numero 23, compreso un assist a Piatek che il polacco, forse sorpreso anche lui per l'errore, non capitalizza. Non impeccabile anche sul terzo gol. E non contento, nel finale serve un cioccolatino anche a Suso che si divora il 4-0.

Pellegrini 6: Dalle sue parti c'è Suso, che propizia il gol dell'1-0 con la solita giocata. Ma lui non demorde, lo chiude spesso e volentieri e si propone costantemente sull'out sinistro, soprattutto nella ripresa, creando con un bel cross l'occasione più clamorosa per i rossoblù. Come inizio, e considerando la partita proibitiva, non male.

Faragò 5,5: L'asse con Srna oggi non funziona e non crea grattacapi alla retroguardia di Gattuso.

Padoin 5: Un suo cross propizia la più grande occasione rossoblù del primo tempo, ma è anche l'unica giocata degna di nota. È il primo dei suoi a lasciare il campo.

Deiola (dal '68) s.v.

Barella 5: Meno lottatore del solito, e da un po' di tempo a questa parte ha perso anche lucidità.

Ionita 5: Non si vede praticamente mai, una partita da fantasma per il moldavo.

Despodov (dal '76) s.v.

Joao Pedro 6: Il più pericoloso dei suoi. Chiama Donnarumma a due grandi parate e colpisce una sfortunata traversa. Quando può rientra anche sui centrocampisti avversari per recuperare palla.

Bradaric (dall'81) s.v.

Pavoletti 5: Servito poco e male, ma ci mette anche del suo. È rientrato dall'infortunio da sei partite, ha fatto solo un gol.

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...