SPORT - CALCIO

ai microfoni di radiolina

Giulini: "Eccessive le espulsioni contro la Roma. Col Napoli vogliamo vincere"

Il presidente rossoblù, ospite della trasmissione "Cagliari in diretta", fa il punto della situazione
tommaso giulini in trasmissione (foto radiolina)
Tommaso Giulini in trasmissione (foto Radiolina)

"Sul gol di Marco Sau è stata un'apoteosi. In quel momento ero in campo, non avrei dovuto esserci, ma è stato incredibile. Forse le espulsioni sono state un po' eccessive".

Inizia così la lunga chiacchierata di Tommaso Giulini ai microfoni di Radiolina. Il presidente rossoblù è stato ospite della trasmissione "Il Cagliari in diretta" e ha parlato di tanti argomenti. Dal mercato allo stadio, passando per il rocambolesco pareggio contro la Roma. Ora però c'è un'altra importante sfida.

CAPITOLO NAPOLI - "C'è molta adrenalina in città. Vogliamo dare continuità anche contro il Napoli e ci stiamo caricando giorno dopo giorno. Veniamo da due bruttissime sconfitte lo scorso anno e dobbiamo sfruttare l'entusiasmo della gente. Dobbiamo farlo anche per i tifosi che tengono tanto a questa sfida. Non ci accontenteremo di un pareggio".

IL RAPPORTO CON CAGLIARI- Sulla sua seconda vita nell'Isola, Giulini spiega: "Ho uno splendido rapporto con tutti. Ho scelto di vivere a Milano per i miei figli. Lì non mi conosce nessuno, qui magari avrebbero sentito più le pressioni dei risultati della squadra".

NAZIONALE SARDA - Il numero uno rossoblù ha anche commentato la novità della Nazionale della Sardegna: "La ritegno una bella iniziativa. In realtà - dice, tra il serio e il faceto - il Cagliari è la vera nazionale della nostra Isola. Sono molto curioso di vedere le prime partite".

MERCATO - Parole anche sulle sirene di mercato che risuonano per numerosi giocatori rossoblù:"In passato - ammette Giulini - c'è stata l'opportunità di trattare Sirigu, ma devo dire che abbiamo sempre avuto tanta fiducia su Cragno. Alessio col tempo ha dimostrato il suo valore e sono contento che Salvatore si rientrato in Italia dopo le esperienze all'estero. Su Barella al Chelsea posso solo dire che dobbiamo godercelo finché rimarrà qui, lui è felicissimo. Noi non abbiamo nessuna intenzione di privarcene in questo momento, non andrà via a gennaio".

L'ACQUISTO DI SRNA - Il presidente, poi, svela alcuni retroscena dell'acquisto di Darijo Srna:"Avevamo degli amici in comune, in particolare l'osservatore della Dinamo Zagabria. Pian piano abbiamo iniziato a trattare e alla fine si è convinto. Lui è un giocatore che ha bisogno di essere protagonista e qui si è trovato subito molto bene. Viveva in Ucraina in una situazione molto difficile dal punto di vista ambientale. I figli e la famiglia vivono a Londra e lui fa avanti e indietro con Cagliari. Ma è felicissimo".

LE ESPULSIONI - Giulini poi è tornato sui rossi estratti dall'arbitro nell'ultimo match contro la Roma:"Eccessive. Credo che l'arbitro Giua si sia fatto condizionare troppo. Lui è sardo e magari è anche un nostro tifoso, ma per dimostrare agli altri colleghi la sua imparzialità si è fatto trascinare".

LO STADIO - Infine, il nuovo stadio:"Il progetto è ambizioso e prevede 25mila posti ampliabili a 30mila. Ci sono degli ulteriori step da fare, vedremo. Per l'eventuale inaugurazione stiamo pensando anche a un nuovo inno considerando anche il centenario".

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...