SPORT - ALTRI SPORT

ippica

Corsa dell'Arno: i fantini sardi calano il pokerissimo

Nella gara di galoppo più antica d'Italia dominano i campioni isolani. Vince Vargiu in sella a Frutireu
il fantino dario vargiu (l unione sarda foto marras)
Il fantino Dario Vargiu (L'Unione Sarda - foto Marras)

È la corsa al galoppo più antica d'Italia, nata a Firenze agli inizi dell'Ottocento come confronto tra i rampolli della nobiltà italiana ed europea che risiedeva in città. La prima corsa codificata è stata disputata nel 1827. Quella andata in scena il 25 aprile è stata l'edizione numero 192 della Corsa dell'Arno e come non di rado accade nel mondo dell'ippica, sono stati i fantini sardi a recitare un ruolo da protagonisti.

Ha vinto il jockey oristanese Dario Vargiu in sella a Frutireu, dopo un'appassionante volata che gli ha consentito di rimontare e superare l'ottimo Domenico Migheli in sella all'outsider Blu Kraken che aveva conquistato lo steccato e stava puntando al colpaccio clamoroso, dato che era il meno quotato tra i cavalli che hanno sgabbiato. Ma il sei volte campione italiano Dario Vargiu ha sfruttato la sua esperienza e la sua classe per vincere di mezza lunghezza.

Al terzo posto Mario Sanna su Mixology che ha prevalso di una corta testa su un altro fantino sardo, Fabio Branca, che ha montato Natoire. Al quinto un fantino originario di Meana Sardo, Sergio Urru, in sella a Keplero. Insomma, i sardi hanno "colonizzato" la corsa più antica d'Italia.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...