SPORT - BASKET

Basket in carrozzina, Quartu fa un pensierino alla Serie B. L'appello di Secci: "Aiutateci"

un allenamento dei bads
Un allenamento dei Bads

Da 7 anni al PalaBeethoven di Quartu Sant'Elena non si gioca una partita ufficiale di basket in carrozzina.

Era il luglio del 2011 quando la dirigenza del Basket Disabili Sardegna, dopo aver toccato l'apice con il 3° posto in Serie A1 e la partecipazione alla Coppa Italia e all'André Vergauwen Cup, dovette a malincuore rinunciare, per via dei costi, alle competizioni italiane e internazionali.

Ma l'attività (in palestra e nelle scuole) del sodalizio presieduto da Michele Secci, nonostante le difficoltà, non si è mai interrotta.

In questi giorni, la dirigenza rossoblù sta valutando assieme ai giocatori la possibilità di iscrivere la squadra al campionato di Serie B nazionale, che vede protagonista la Dinamo Lab Sassari.

"Per riuscirci, è fondamentale il supporto della città e degli imprenditori locali - spiega il numero 1 dei Bads Michele Secci - le spese da sostenere, considerate le tante trasferte, non sono poche, ma è forte in noi il desiderio di tornare a disputare un campionato e di rappresentare nuovamente Quartu Sant'Elena in giro per l'Italia".

Dal 1999 al 2011, i Bads hanno disputato 5 stagioni in Serie A1 e 7 in Serie A2, vincendo nel 2009 sia il Trofeo Cip che la Challenge Cup.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...