SPORT - CALCIO

Serie C, poker dell'Alessandria: Olbia affondata

Quando il migliore in campo è Aresti e l'Olbia prende 4 gol, allora c'è davvero poco da salvare.

È un po' questa la sintesi della trasferta di Alessandria, che costa alla squadra di Bernardo Mereu la quarta sconfitta in campionato e un'altra battuta d'arresto dopo il successo sulla Giana Erminio, che aveva fatto gridare alla reazione dopo il kappaò nel derby con l'Arzachena.

Questo pomeriggio al Moccagatta, nel turno infrasettimanale valido per la 13esima giornata, i bianchi hanno ceduto 0-4 senza colpo ferire, affondati da un avversario in grave crisi di risultati e identità ma forte di un organico di categoria superiore. Che, stavolta, si è visto tutto.

Tra la rete di Casasola al 21' e quella di Marconi al 36', all'intervallo Pisano e compagni sono già sotto di 2 gol, che raddoppiano nella ripresa, quando al 66' Gonzalez cala il tris trasformando il rigore ottenuto per l'atterramento in area di Celjak ad opera di Muroni e Sciacca il poker al 90'.

Per la cronaca, si registra anche la traversa colpita da Ranieri in avvio di gara e la giornata da supereroe di Aresti, senza il quale il passivo per i ragazzi di Mereu sarebbe risultato ben più pesante. Certo, il campo reso pesante dalla pioggia ha facilitato il gioco dei piemontesi, più esperti e fisici dei galluresi, tra le squadre più giovani del torneo, ma di fatto l'Olbia non si è resa mai pericolosa, e il turno di riposo, previsto domenica, servirà a resettare il tutto e riordinare le idee, oltreché a dar tregua agli stacanovisti del gruppo, alcuni dei quali apparsi un po' in affanno proprio al Moccagatta.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...