SPORT

Le lacrime di nonno Bruno Conti
"Quell'abbraccio, un incantesimo"

Sull'Unione Sarda la lettera di Bruno Conti al figlio Daniele, dopo la doppietta di domenica.
bruno e daniele conti in una foto del 1991
Bruno e Daniele Conti in una foto del 1991

"Pensavo di averle vissute e provate tutte, poi mi ritrovo a 58 anni sul divano davanti alle tv con le lacrime agli occhi, e tua madre accanto, in silenzio, non spiccica parola, mi guarda incantata, è troppo emozionata e felice per parlare e rompere l’incantesimo. Già ci avevi fatto piangere l’anno scorso con Brunetto, ora Manuel". Parla Bruno Conti. Ma questa volta non è il campione del Mondo (e della Roma) descrivere il pomeriggio di domenica. Semmai è il padre e nonno della famiglia Conti, che ha assistito alla doppietta del figlio Daniele e all'abbraccio con il nipote Manuel, dopo il secondo gol al Torino.

Conti ha scritto una lunga lettera pubblicata sull'Unione Sarda oggi in edicola.


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...