SANREMO

Sanremo, Conti e suoi tre fiori
"Un Festival per riunire le famiglie"

Stasera al via il Festival. Il conduttore Carlo Conti presenta il suo Sanremo.

"Il clima è dei migliori, il sole e la mia abbronzatura potrà riprendersi un po' dopo la pioggia degli ultimi giorni". Carlo Conti ha aperto così la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo, al via stasera.

"Dopo Firenze e Roma, Sanremo è la mia terza casa - ha detto il conduttore -, ho fatto tante prime serate qui. La vera forza del festival è il suo potere di riunire le famiglie italiane. Tutta la famiglia si mette davanti alla tv per guardare e commentare".

Conti ha ribadito, come aveva già fatto fin dall'inizio, di aver dato spazio alla musica soprattutto con i fatti. "Ho cercato di mettere musica al centro: 20 cantanti in gara, alcuni dei quali avrebbero tutti i titoli per venire come superospiti, con 20 canzoni belle e i giovani non più relegati a orari impossibili".

Accanto a lui "i miei tre fiori: Emma, Arisa, Rocio. Emma e Arisa sono un altro segno dell'importanza data alla musica: sono le ultime due donne che hanno vinto all'Ariston". Di Rocio, "vista per caso nello spot di A un passo dal cielo", il presentatore è convinto che "oltre alla bellezza abbia molto di più". Tra le gli ospiti, Conti ha ricordato anche Pino Donaggio che riceverà una targa ricordo per i 50 anni di Io che non vivo.

Nella prima conferenza stampa ufficiale del festival di Sanremo c'è spazio anche per un omaggio di Carlo Conti a Pippo Baudo: "Ci siamo sentiti, e Pippo mi ha detto la cosa più bella: 'E' come se fossi lì con te'". "Se siamo qui oggi a fare il festival, a parlare del festival - ha detto ancora Conti - è grazie a personaggi come Baudo e Ravera che lo hanno reso un evento".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...