SPETTACOLI

Cagliari

Le musiche di Gabriel Fauré risuonano al Parco della Musica

Due appuntamenti musicali dedicati alle vittime del Covid e a medici e infermieri in prima linea negli ospedali sardi
il direttore valerio galli (foto concessa dal teatro lirico)
Il direttore Valerio Galli (foto concessa dal Teatro Lirico)

Dopo il successo di Cavalleria rusticana di Mascagni, ritornano nell'Arena del Parco della Musica di Cagliari gli appuntamenti musicali del Teatro Lirico del capoluogo per la rassegna di fine estate "Classicalparco" firmata dal swovrintendente Nicola Colabianchi.

Questa sera e domani, sabato 19 orchestra e coro della Fondazione lirica cagliaritana eseguiranno un programma musicale che prevede tre delle più raffinate e pregiate pagine di musica sacra e sinfonica di Gabriel Fauré, Pelléas et Mélisande suite dalle musiche di scena op. 80, Cantique de Jean Racine op. 11 e il Requiem per soli, coro e orchestra op. 48.

I tre capisaldi della letteratura musicale francese sono diretti da Valerio Galli, giovane direttore toscano di grande carisma e con al suo attivo una lunga e articolata carriera artistica.

Nei ruoli solistici la soprano Claudia Urru e il basso Francesco Leone.

Il maestro del coro è Giovanni Andreoli.

Le due serate sono affettuosamente dedicata alle vittime colpite dalla pandemia e a tutto il personale sanitario della Regione Sardegna coinvolto.

L'Arena all'aperto del Parco della Musica è una nuova, importante struttura per spettacoli della città, situata nella piazza Amedeo Nazzari tra il Teatro Lirico e il Conservatorio di Musica, che è stata inaugurata in luglio con capienza “ridotta”, a causa del rigoroso rispetto delle normative di sicurezza sanitaria anti contagio da covid-19.

Il grande spazio open air prevede una platea di 1250 sedute, utilizzabili solo per 490 posti numerati a causa del distanziamento interpersonale imposto.

Il grande palcoscenico ha ospitato oltre 10 produzioni del teatro di via Sant'Alenixedda riscuotendo il favore del pubblico e dei turisti.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}