SPETTACOLI

Il festival

"Pensieri e Parole", il grande cinema in scena all'Asinara

Diffuso anche un messaggio di Roberto Saviano, impossibilitato a raggiungere l'isola

Non è potuto approdare all'Asinara per ritirare il premio "Isole del Cinema" vinto insieme a Claudio Giovannesi e Maurizio Braucci per la sceneggiatura de "La paranza dei bambini" film tratto dal suo romanzo, ma Roberto Saviano si è "prenotato" per la prossima edizione.

Purtroppo le forti raffiche di vento che hanno danneggiato lo schermo hanno anche impedito la proiezione del film vincitore dell'Orso di Berlino. È, questo, l'unico neo dell'edizione numero 14 del festival "Pensieri e Parole: libri e film all'Asinara", che ha aperto con riscontro positivo il circuito delle "Isole del cinema", che farà tappa poi a Tavolara, La Maddalena e San Pietro.

Curato da Sante Maurizi, il festival ha avuto come location Cala d'Oliva e Cala Reale sull'Asinara, più Porto Torres, che ha visto la proiezione de "Il polo opposto" di Giorgio Amato e il teaser del nuovo film di Pino e gli Anticorpi "Come se non ci fosse un domani".

Positivo il debutto della nuova sezione documentari dal titolo "Sott'acqua: conoscere per tutelare", a cura del biologo marino e guida di pesca Francesco Curreli.

Nella serata conclusiva è stato presentato il libro "Il padrino dell'antimafia" di e con Attilio Bolzoni introdotto da Elias Vacca. C'è stato spazio anche per la musica con "Storie liberate", concerto di Piero Marras presentato da Vittorio Gazale.

Il viaggio nella memoria si ispira ai due volumi omonimi (Carlo Delfino editore) firmati da Vittorio Gazale e che trasformano in musica e poesia alcune lettere dei detenuti dell'ex colonia penale dell'Asinara censurate e chiuse, alcune per oltre un secolo, dietro le sbarre del carcere. Tra i film proiettati anche "Il flauto magico di Piazza Vittorio" di Gianfranco Cabiddu e Mario Tronco.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...