SPETTACOLI

Musica

Quando l'arte incontra la natura: a Sarroch il suggestivo concerto in mezzo al mare

Un viaggio evocativo senza tempo sulla scia delle antiche rotte del Mare Nostrum
il tratto della costa di sarroch in cui si terr il concerto (foto ivan murgana)
Il tratto della costa di Sarroch in cui si terrà il concerto (foto Ivan Murgana)

I musicisti arriveranno a bordo di un pontone e suoneranno in mezzo al mare, dando la possibilità agli spettatori seduti sul promontorio che domina l'intera baia di assistere a uno spettacolo senza precedenti.

Dopo le prime due edizioni ospitate in montagna, quest'anno Muidas permetterà di scoprire uno dei tratti più belli della costa di Sarroch: l'appuntamento, organizzato dall'associazione culturale "L'officina delle idee", e inserito nel cartellone di "Mare e Miniere 2019", si terrà sabato, alle 12, a Perd'e' Sali, nel tratto del litorale anticamente chiamato Porto Columbu.

Protagonisti dell'insolito concerto che si terrà su un'imbarcazione ormeggiata a pochi metri dalla riva saranno i musicisti Mauro Palmas (liuto cantabile, mandoloncello, e mandola), Alessandro Foresti (pianoforte), Marco Argiolas (clarinetto). Ospite d'eccezione della terza edizione di Muidas, il Maestro Luigi Lai, pronto ad incantare il pubblico con le sue launeddas.

Un concerto che vuole essere un viaggio evocativo senza tempo sulla scia delle antiche rotte del Mare Nostrum, testimone di molteplici destini e custode di inestimabili bellezze, ma anche teatro di indicibili sofferenze e veicolo di sogni e promesse di vita, tanto individuali quanto di interi popoli. Al centro della narrazione ci sarà, dunque, il Mediterraneo, un tempo culla di civiltà diverse e di dialogo, ora specchio di egoismi feroci ed intolleranza.

Da tempo immemorabile, in queste acque, si addensano vite e destini che Palmas ha messo in musica traducendole in composizioni suggestive e di grande lirismo, trasfigurando nelle pieghe del mito vicende che riguardano ancora le cronache dei nostri giorni.

Il suggestivo dialogo tra corde, fiati e pianoforte accompagnerà gli ascoltatori attraverso fascinosi quadri sonori di grande forza evocativa, in un connubio vincente formato da arte e natura. Le storie di Antoni e Adrià, quella di Juan Edmond Ravel e del mozzo Mohamed, il viaggio verso Palma de Sols (l'odierna Sant'Antioco) e una gara tra suonatori, si materializzeranno agli occhi degli spettatori, in uno scenario dove la bellezza di un mare cristallino la farà da padrone.

Gli organizzatori consigliano agli interessati di presentarsi con un abbagliamento da trekking leggero; al termine del concerto ci sarà la possibilità di pranzare sul posto, previa prenotazione.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...