CULTURA

Da non perdere

Carnevale, i principali appuntamenti nell'Isola VIDEO

Festeggiamenti al via il 28 febbraio, chiusura il 5 marzo. Ma non mancano le eccezioni

Grande attesa in tutta la Sardegna per il Carnevale 2019. I festeggiamenti inizieranno ufficialmente di giovedì grasso, che quest'anno cade il 28 febbraio. La chiusura è prevista per martedì 5 marzo, anche se sfilate ed eventi sono in programma già da questo weekend.

CAGLIARI - Appuntamento con quattro sfilate in maschera, la prima con partenza giovedì 28 febbraio (alle 18) da Corso Vittorio Emanuele. Si svolgono nei quattro quartieri storici della città: Stampace, Marina, Villanova e San Benedetto, e ad accompagnarle il ritmo di tamburi, triangoli e piatti scandito da Sa Ratantira (o Sa Ratantina). Protagoniste le maschere tipiche del capoluogo: sa Panettèra (la panettiera), is Tiàulus (diavoletti), su Caddemis (il mendicante), sa Fiùda (la vedova), su Sabattèri (il ciabattino), sa Dida (la balia) e Cancioffali, il re-fantoccio, che viene bruciato il martedì grasso. Anteprima mercoledì 27 febbraio al teatro Adriano (via Sassari, dalle 20) con un veneto culturale volto a raccontare la tradizione carnevalesca cagliaritana del Novecento attraverso le pagine di Francesco Alziator e Sergio Atzeni.

CASTIADAS - I festeggiamenti sono in programma per domenica 10 marzo. Il raduno è previsto all'ingresso di Olia Speciosa con la parata per le vie della Borgata. Poi il rientro in piazza Mercato, con balli fino a tarda notte.

SINNAI (Antonio Serreli) - Anche quest'anno l'amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni locali, Is Basonis, Is Cerbus, Pro Loco e "Sinnai e Dintorni", organizza su "Cranovali Sinniesu", il Carnevale sinnaese. La manifestazione è articolata in vari eventi, sia culturali che storici, che prevedono il coinvolgimento del museo e della biblioteca, nonché didattici con il coinvolgimento degli istituti scolastici e la creazione di laboratori artistici.

Venerdì 8 marzo

Ore 18.00 IL CARNEVALE E L’IDENTITÀ, biblioteca comunale. Convegno sull’aspetto antropologico del Carnevale. Saluti del vicesindaco dott.ssa Katiuscia Concas; Il Carnevale in Sardegna – Origini e significato, intervento del prof. Gianni Murgia; Il Carnevale a Sinnai – Aspetti identitari, intervento del dott. Aldo Cappai. Coordina l’assessore alla Cultura prof. Vincenzo Tolu.

Sabato 9 marzo

Ore 15.00 LA SFILATA. piazza Funtanalada. Raduno e partenza della sfilata in maschera coi carri allegorici. Arrivo, zeppolata e premiazione di carri, maschere di gruppo e maschere singole in piazza Sant’Isidoro.

Ore 19.00 CRANOVALI MOTTU, piazza Santa Barbara. Divertente rappresentazione teatrale in sardo campidanese del caratteristico Cranovali Mottu sinnaese, liberamente ispirato alla commedia di don Giovanni Cadeddu. Zeppolata. Organizza Sinnai & Dintorni.

Domenica 10 marzo

Ore 10.00 IS PARIGLIAS. Località Bellavista. Spericolate acrobazie di cavalieri e amazzoni in sella ai cavalli. I pariglianti di Sinnai ospitano quest’anno i gruppi di Norbello, Ittiri, Ollolai, Fonni e Oristano, e i piccoli pariglianti della Giara di Oristano coi tamburini. A fare da sfondo alla corsa equestre, la suggestiva pista da cui si gode un panorama mozzafiato. Organizza Is Basonis.

Ore 12 LA PENTOLACCIA. Località Bellavista. Corsa di cavalieri e amazzoni che, in sella ai propri cavalli, tentano di abbattere le pentole, appese in alto lungo la pista, con l’ausilio di un bastone. Nessuno conosce il contenuto delle terracotte, e per i partecipanti è decisamente meglio così.

Ore 18 IS CERBUS, esibizione. Piazza Sant’Isidoro. Dopo la chiassosa sfilata nelle vie del centro storico, confluisce qui l’ancestrale caccia grossa, dove gli uomini stanano le prede e queste si beffano di loro. Fino alla mattanza finale, in cui i cacciatori ristabiliscono l’ordine delle cose. A seguire, ballus de pratza con la cantante Laura Usai, i musicisti Bruno e Asael Camedda e il gruppo folk Funtan’e Olia di Sinnai.

Sabato 16 marzo

Ore 18 CONTEST FOTOGRAFICO, premiazione. Museo Civico. A una settimana dal Cranovali Sinniesu, premiazione ed esposizione degli elaborati foto-video realizzati dagli iscritti al contest fotografico. Organizza Is Basonis.

MARACALAGONIS (Antonio Serreli) - Appuntamento per le 15 del 3 marzo in Piazza e nella Casa Su Coru de Mara, con il raduno dei gruppi in maschera. Alle 16 inizierà la grande sfilata fra le vie del paese . Ci saranno anche i gruppi "Martis de agoa" e "Bois fuy IJanna". Alle 18, la sfilata sarà nuovamente in piazza dove si terranno diverse manifestazioni. Quindi la premiazione delle migliori maschere e la zippolata. Seguirà una serata di musica col dj Pietro Matta. Prevista una notevole partecipazione di pubblico, annunciato anche dai paesi vicini per conoscere meglio i segreti e lo splendore di questo Carnevale.

SETTIMO SAN PIETRO (Antonio Serreli)- Si svolge il 9 marzo il Carnevale settimese promosso da Comune e Pro Loco. In programma la sfilata dei gruppo Just For Fun, Sa Ratantara della Marina di Cagliari, e S’attobiu di Monserrato. Ci sarà anche la pentolaccia per bambini, la zippolata e momenti di animazione in Casa Dessì. Con tamburi, ballerine e maschere fra le vie del paese.

ONIFERI - Sabato 23 il carnevale si apre con l'atteso appuntamento dellla Pentolaccia a Cavallo, organizzata dal Comune. Per l'evento è prevista la partecipazione di oltre cento cavalieri che per regolamento dovranno indossare maschere e costumi tipici e esibirsi, muniti di bastone e a gruppi di tre, nella rottura dei vasi in terracotta sospesi a metà percorso. Terminata la Pentolaccia: musica e balli tradizionali in piazza del Popolo. Aprono la manifestazione le maschere tradizionali del paese Sa Vargia e sos Maimones, il Gruppo di Ulà Tirso, a seguire il gruppo di Ortueri e il gruppo storico medievale di Ardara con i suoi tamburini. A contorno della manifestazione sono presenti i Tamburini di Oristano.

GAVOI - Si parte il 28 febbraio con Jovia Lardajola (il Giovedì Grasso) e la tradizionale Sortilla de Tumbarinos. Poi il raduno coinvolgente, più che sfilata da contemplare, di sonadores di tamburo con pipiolu, triangulu e sorgonitos a dare melodia e ritmi dell'antico concerto barbaricino. Partendo dalla piazza San Gavino il rumoroso corteo si snoda liberamente sul selciato, fra le antiche case di granito.

SANTU LUSSURGIU - Il 24 febbraio e dal 3 al 5 marzo si svolge una delle corse a cavallo più spericolate e colorate della Sardegna: Sa Carrela 'e nanti. Rappresenta la sintesi del carnevale di Santu Lussurgiu che ha come protagonisti i cavalieri, i cavalli e il pubblico. Anche la folla è parte integrante dell'evento creando un particolare effetto: la folta massa si apre un attimo prima dell'arrivo dei cavalli in corsa per richiudersi subito dopo il loro passaggio. Sa Carrela 'e Nanti (l'attuale Via Roma) è una strada sterrata lunga circa 350 metri in discesa. I cavalieri, rigorosamente lussurgesi, devono indossare, secondo la tradizione, una maschera o avere il volto dipinto. La manifestazione si snoda in tre giornate. La domenica di carnevale, i cavalieri si presentano a s'iscappadorzu, il punto in cui ha inizio la corsa, e si lanciano a tutta velocità con l'obiettivo di scendere tutti "uniti". Il lunedì, chiamato "Su Lunisi de sa pudda" (il lunedì della gallina), il cavaliere lanciato al galoppo deve buttare a terra con un bastone, chiamato "su fuste 'e ortzastru", un fantoccio che ha le sembianze di una gallina, che sostituisce dagli anni '70 la gallina vera. Il martedì termina lo spettacolo con la premiazione dei cavalieri dal continente o dall'estero.

MARRUBIU (Antonio Carboni) - A Marrubiu quest'anno hanno preso in prestito il concetto de Su Marrulleri come "Carnevale differito" del creativo Filippo Martinez per promuovere il raduno interprovinciale, che domenica 10 marzo, proprio nella cittadina del terralbese, farà calare ancora una volta il sipario sul Carnevale isolano. "Proprio Filippo Martinez collabora a un nostro nuovo progetto triennale, che parte oggi e fra due anni farà diventare Su Marrulleri un evento nazionale". Lo ha annunciato il sindaco di Marrubiu Andrea Santucciu nell'aula consiliare che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione dell'edizione de SU Marrulleri 2019. "Carnevale differito, perchè quando tutte le altre feste sono finite, a Marrubiu ci si divertirà ancora", hanno concordato tutti i partecipanti alla conferenza stampa. L'assessore allo spettacolo Raffaele Zedda ha aggiunto: "Una crescita che sarà favorita dagli eventi sempre più ricchi. Si partirà domani, giovedì 28 febbraio, con il carnevale dei bambini e con la novità dell'invasione delle bandierine gialle. La sfilata partirà alle 16 dall'ex scuola media. Sabato l'inaugurazione del progetto culturale e artistico con una mostra d'arte contemporanea nello studio di via Torino presentata da The Art House Space. Domenica Su Marrulleri intimo con carri e gruppi locali. Corteo al via alle 15 e prova generale per il grande raduno interprovinciale di domenica 10 marzo". Marco d'Alessandro dell'associazione Su Marrulleri, ha chiuso: "Contiamo di confermare almeno i numeri dello scorso anno, 25 fra carri e gruppi".

SAN GAVINO MONREALE - Nel cuore del carnevale campidanese vanta il riconoscimento di Carnevale storico d'Italia da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. È uno dei quattro Carnevali più celebri dell'Isola, il ventiquattresimo in tutta Italia grazie alla maestria nella lavorazione della cartapesta, oramai divenuta tradizione. L'evento prevede iniziative nelle strade, nelle piazze e in alcune strutture comunali. Decine di carri allegorici, gruppi mascherati, maschere singole e bambini invadono le strade della cittadina con un'esplosione di colori, di gioia, di musica e di creatività durante le sfilate.

ORISTANO - Inizia domenica 3 marzo con la Sartiglia del Gremio dei Contadini e si conclude martedì 5 marzo con quella dei Falegnami. Domenica, di primo mattino, il gruppo dei tamburini e dei trombettieri scorta un araldo a cavallo per le vie del centro storico invitando il popolo a partecipare alla giostra equestre. Intorno alle 12 è prevista la vestizione di Su Componidori nella sede dei Contadini di via Aristana poi la Corsa della Stella verso via Duomo. Col triplice incrocio delle spade tra su Componidori e il suo vice inizia la competizione a cui seguono le discese con lo stocco e sa Remada. Al termine della corsa le Parriglie si cimentano in varie evoluzioni. Il martedì è dedicato alla svestizione de su Componidori nella sede del Gremio dei Falegnami.

LA ZIPPOLATA (Valeria Pinna) - La Sartiglia a Oristano non è solo corsa alla stella e pariglie. Il Comune e la Pro loco stanno organizzando una serie di manifestazioni che faranno da cornice alla giostra equestre. Agli ormai tradizionali appuntamenti del giovedì grasso con la zippolata in piazza e del lunedì di carnevale quando i protagonisti saranno i mini cavalieri con la Sartigliedda, si aggiungono tanti altri eventi. Domenica 24 febbraio, in collaborazione con l'associazione per la tutela e l'incremento dei cavallini di canna è prevista sa Sartill'e canna: una festa per i bambini che si esibiranno nella corsa alla stella su cavallini di canna. L'appuntamento è in piazza del Popolo nel quartiere di Sant'Efisio alle 14.

Giovedì 28 febbraio, in piazza Roma ci sarà la zippolata: a partire dalle 16.30 verranno distribuite zippole e vernaccia (offerta dalla cantina Contini di Cabras) in compagnia dell'organetto di Giantonio Fadda. Contemporaneamente, partendo da piazza San Martino alle 16, in collaborazione con l'assessorato ai Servizi Sociali, il coordinamento delle Ludoteche darà vita ad una festa in maschera con la sfilata dei bambini (il tema della sfilata è la fattoria). Sabato 2 marzo, alle 15 in via Mazzini si corre la Sartiglia degli asini, parodia della Sartiglia.

SU SATILLU 'E MOENTI (Valeria Pinna) - Domenica 3 marzo, giorno della Sartiglia del Gremio dei Contadini al termine delle pariglie, in piazza Roma ci sarà musica con lo spettacolo "Ballando sul mondo, tributo a Ligabue", poi uno spettacolo rap. Lunedì 4 marzo, dopo la Sartiglietta, alle 20 nel salone San Domenico si esibiranno il coro "Maurizio Carta", con il coro di Abbasanta e quello di Bonorva. Martedì 5 marzo, giorno della Sartiglia del Gremio dei Falegnami, per salutare la fine del carnevale oristanese, alle 19, in piazza Roma ci sarà il concerto Pink Floyd experience e, a seguire, Animal party dj set.

BORTIGALI - Si parte il 16 marzo e si conclude il giorno dopo. Tamburini e trombettieri provenienti da tutta la Sardegna animeranno la due giorni. Non sono previste manifestazioni eclatanti come negli anni scorsi a causa del ridimensionamento attuato dal comune.

OLBIA - Dal 3 al 5 marzo. Il percorso prevede il ritrovo dei carri su via Galvani per continuare su via D'Annunzio, via Nanni, via Principe Umberto, inversione di marcia alla fine di via Genova e arrivo in Piazza Elena di Gallura. Domenica ad attendere i protagonisti saranno il "Gran Galà della Frittella", organizzato dai Cuochi dell'Associazione Cuochi di Gallura, il DJ set di Alessio Degortes e la musica di Carlo Addis e della sua Band. Martedi , invece, l’arrivo dei carri sarà accolto dall’esibizione Live del Il Volo e dal DJ Alessio Degortes.

TEMPIO PAUSANIA - È il carnevale più importante e celebre dell'Isola. Dal 28 febbraio al 5 marzo parteciperanno tutti i personaggi più famosi, a partire da re Giorgio, seguito dal corteo reale, gli ambasciatori, i carri allegorici e le majorette. Un programma ricchissimo che prevede la partecipazione di 100mila persone pronte ad affollare le vie del paese gallurese. Si parte venerdì 28 con la conferenza stampa, poi dal martedì seguiranno il tributo a Peppino, l'arrivo di sua Maestà e i veglioni mascherati. Domenica 3 grande attesa per la sfilata dei carri allegorici col matrimonio tra re Giorgio e la popolana Manne. Grande chiusura martedì 5 con la premiazione e la condanna al rogo del re. Chiusura alle 22.30 al Parco Tenda e Teatro Giordo.

Il Carnevale di Tempio (foto Wikipedia)
Il Carnevale di Tempio (foto Wikipedia)

ABBASANTA (Alessia Orbana) - Ricco programma di eventi per il carnevale ad Abbasanta. Ad organizzarlo Comune, Pro loco, associazione ippica Su Seddatzu, ludoteca Arcobaleno e i giovani della Consulta.Il primo appuntamento è per giovedì 28 febbraio con il ballo dei bambini in programma dalle 15. Ci saranno giochi, animazione, la merenda e anche la pentolaccia.

Spazio ai cavalieri il 2 marzo. La pista comunale Putzu Manca, dalle 14,30, ospiterà infatti sa cursa a sa pudda. Due le sfilate dei carri allegorici e delle maschere in programma ad Abbasanta.

La prima si terrà domenica 3 marzo. Si parte alle 14,30 da piazza Stazione per poi raggiungere la località di Pardu e Funtana noa. Conclusione in via Umberto (dove si trova la sede della Pro loco) con una zippolata per tutti.

Seconda sfilata il 5 marzo, martedì grasso. Si parte sempre alle 14,30 da piazza Stazione, ma questa volta si farà un altro percorso. Si raggiungerà la località di Sas Piras per poi concludere l’evento alla sede della Pro loco. Questa volta saranno offerti gnocchetti al ragù e ceci con cotiche per tutti. Il carnevale 2019 si chiude il 9 marzo con la sfilata intercomunale. Si partirà alle 14.30 da Norbello. I carri raggiungeranno quindi Abbasanta per poi concludere la festa a Ghilarza.

SAN VERO MILIS E ZEDDIANI (Sara Pinna) - Associazioni e Comuni assieme per organizzare al meglio il Carnevale. Le Pro loco di San Vero Milis e Zeddiani questa volta scendono in campo assieme per promuovere tante iniziative a partire da giovedì grasso.

Si tratta di quattro pomeriggi di festeggiamenti per il carnevale dei bambini e non solo. Le proposte sono varie, all'insegna del divertimento in maschera, dei giochi tradizionali, balli in piazza e degustazioni dei dolci tipici carnevaleschi.

Il 28 febbraio l'appuntamento è alle 15.30 in piazza Santa Sofia a San Vero Milis. Verrà organizzata la Corsa con i Cavallini di Canna, con accompagnamento musicale dei fisarmonicisti sanveresi. Venerdì 1 marzo invece, alle 15.30, in piazza degli Ulivi a Zeddiani, andrà in scena la filata per le vie del paese con premiazione finale. Domenica 3 marzo, alle 16, in piazza San Michele a San Vero Milis, balli in Piazza in maschera con la musica di Roberto Fadda e Emanuele Bazzoni. La festa si concluderà domenica 10 marzo alle 16 in piazza del Popolo, a Zeddiani. Ci sarà la tradizionale pentolaccia e balli in piazza, con la collaborazione delle associazioni parrocchiali locali.

NURACHI (Sara Pinna) - Balli in maschera, dolci tipici del periodo preparate dalle signore del paese e tanto, tanto divertimento.

A Nurachi è tutto pronto per la grande festa di Carnevale, promossa dal Centro Commerciale Naturale e il Comitato Sa leva 1969. L'appuntamento è per sabato prossimo 2 marzo, dalle 21, all'interno del Centro Polivalente del paese.

“La festa sarà allietata dalle musiche della fisarmonica di Gianni Ora – fanno sapere gli organizzatori della manifestazione-, e dalle golose fritture di carnevale, cucinate in loco dalle sapienti mani delle socie del Comitato Sa Leva 1969. Inoltre, durante la serata, verranno annunciati i vincitori del fortunatissimo concorso a premi “Nurachi ti premia”, che dall’8 al 23 febbraio ha visto protagonisti i commercianti del Centro Commerciale Naturale di Nurachi nel distribuire ai numerosissimi clienti la cartoline vincenti. Sarà l’occasione per trascorrere un’allegra e golosa serata in buona compagnia”.

SENORBI' (Severino Sirigu) - C’è attesa per il grande ritorno del carnevale di Senorbì. Da ormai più di 10 anni nel centro della Trexenta non viene festeggiato il “Carnevale Senorbiese” con la sfilata dei carri e dei gruppi in maschera. Quest’anno si ritorna al passato e si rinnovano le tradizioni grazia alla rassegna promossa dal Comune in collaborazione con la Pro loco e le associazioni locali.

"L’iniziativa nasce dall’esigenza di ricreare e valorizzare le tradizioni antiche, allo scopo di ridare vita allo spirito carnevalesco e diffonderlo in paese", dicono il sindaco Alessandro Pireddu e l'assessora alla Cultura Paola Erriu che, nelle scorse settimane, hanno incontrato i rappresentanti delle associazioni locali per definire il programma. Ad accompagnare e rendere più saporite le varie iniziative carnevalesche ci saranno zeppole e fatti fritti per tutti.

Sabato 2 marzo festeggiano i residenti delle frazioni Arixi e Sisini. Martedì 5 marzo, dalle 15, sfilata dei bambini e pentolaccia nell’asilo Carlo Sanna. Domenica 10 marzo, alle 15 nel Largo Abruzzi, prenderà il via la sfilata dei carri e dei gruppi che si concluderà in Piazza Italia con la zeppolata.

OLLASTRA (Giacomo Pala) - Ufficiale il programma del “Carnevale Ollastrino 2019”. Tre appuntamenti in tutto, organizzati dalla Pro loco di Ollastra e dalla Consulta Giovani, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Il primo, curato dalla Pro loco, sarà mercoledì prossimo, 27 febbraio, alle 16, quando in piazza San Sebastiano è in programma “Su Carnevalli Mottu”, serata di animazione per tutte le fasce d’età, la magia del carnevale e la tradizionale “Pasta Sciuetta” e la degustazione di vernaccia.

Sabato 9, invece, organizzata dalla Consulta, la “Sfilata di Carnevale”, con carri allegorici e la partecipazione del gruppo “Sennoreddu S’Iscusorzu” di Teti e dei bambini del gruppo etnico culturale mamutzones di Samugheo, oltre ai “Tamburini e Trombettieri “Città di Oristano”, direttamente dalla Sartiglia. Domenica 10, gran finale, alle 16 in piazza San Sebastiano, serata di musica e folk, in compagnia di Alessandro Nonnis e Gian Silvio Pinna, con pentolaccia, zippolata e degustazione di vernaccia.

BAULADU - Ritorna l'appuntamento con il "Carnevale Bauladese 2019", sotto l'organizzazione della Pro loco, in collaborazione con l'amministrazione comunale. Tre appuntamenti, domenica 3, martedì 5 e sabato 9 marzo, che vedrà protagonista tutta la comunità. Domenica si parte alle 15, con la sfilata in maschera; dopo il raduno, alle 15.30 è prevista la partenza della sfilata per e vie del paese e conclusione con musica e dolci carnevaleschi per tutti i partecipanti. Martedì 5, invece, dalle 17, nella piazza G.M. Angioy, un passo verso la tradizione con "Su Ballu e Arragolli"; tutti gli abitanti di Bauladu, a questo proposito, parteciperanno con l'abito della tradizione bauladese in un ballo che da generazioni fa parte della cultura del paese. A seguire balli, ceci, dolci carnevaleschi e "Sa Babadina", gusto della tradizione di Bauladu. Si chiude sabato, dalle 19, in piazza Emilio Lussu con la "Pentolaccia".

PARTEOLLA (Severino Sirigu)- Il Parteolla si prepara al carnevale. Sabato 2 marzo si festeggia a Donori con la sfilata e la zeppolata organizzata dalla Pro loco in collaborazione con l'amministrazione comunale. Appuntamento alle 15 in Piazza Caduti per il raduno dei carri e dei gruppi in maschera, al termine della sfilata per le vie del paese ci sarà una festa nella palestra comunale con musica dal vivo del deejay Gufo e pentolaccia per bambini. Domenica 3 marzo va in scena il Carnevale 2019 a Dolianova organizzato dalla Nuova Pro loco in collaborazione con il Comune e numerose altre associazioni del paese. Alle 15.30 l'incontro in viale Europa, alle 16 la partenza della sfilata, alle 18 la grande festa in viale Europa con musica sino a tarda sera e la distribuzione delle zeppole e dei fatti fritti accompagnati dal vinello dolce locale. Come ogni anno verranno premiati il miglior carro a tema, il gruppo e la singola maschera.

DOMUSNOVAS (Simone Farris) - Entra nel vivo dopo la festa nell'oratorio San Domenico Savio in occasione del giovedì grasso il "Carnevale domusnovese 2019" che prevede, domenica 3 marzo, la sfilata con 4 carri allegorici e tantissime mascherine. Il raduno per l'iniziativa curata dal Comune con Proloco, parrocchie, scuole e tante associazioni del paese è in piazza Indipendenza da dove il lungo e chiassoso corteo partirà alle 14.30 per dipanarsi per le vie centrali del paese fino all'approdo, intorno alle 17, in piazza Matteotti. Temi della Disney, fantasia e colori sgargianti come al solito la faranno da padrone. La parrocchia di Sant'Ignazio da Laconi con Piccolo Mondo, E. M. Scarzella e l'animazione di Sara Desogus propone "Alice nel paese delle meraviglie". Mantelli, maschere, muscoli (gonfiati) per il tema dei "Supereroi" scelto dell'associazione Francesco Lamieri con I Vaghi, Apts, Last Dance Power, Guess Drink Bar e Ziu Marianu Caredda. Classico tema Disney per Fun Fit, Total Body, Aps Progetto Giovani e La Fiaba che propongono "Minnie e Topolino". Infine piccole e grandi arnie, cellette e lavorazione del miele contraddistinguono il carro allegorico "Le Api", allestito dal gruppo Folk Pilar in arrivo da Villamassargia. Intorno alle 17 l'approdo del corteo in piazza Matteotti per il via a musica, balli e giochi con l'immancabile zippolata. L'ultimo evento del carnevale sarà per martedì Grasso (il 5 marzo alle 15.30) nell'oratorio di Sant'Ignazio da Laconi con balli, musica e giochi. "Abbiamo scelto di spendere tutte le energie e le poche risorse a disposizione in un unico evento che auspichiamo possa soddisfare ogni fascia d'età" è la chiosa dell'assessore alla Cultura Matteo Moi.

ORISTANESE(Alessia Orbana) - A Norbello sabato 2 marzo andrà in scena la seconda edizione del carnevale del fumetto e del cartone animato organizzato da Comune e Pro loco. La prima edizione aveva regalato grandi soddisfazioni e ora la macchina organizzativa è al lavoro da tempo perché tutto funzioni al meglio. Previsti spettacoli itineranti con l'animazione del gruppo guidato da Giuseppe Agioy e per la gioia dei più piccoli sarà anche presente il trenino turistico. Tre le piazze che, come l'anno scorso, faranno da sfondo a spettacoli di animazione in cui il fumetto e il cartone animato saranno padroni indiscussi del pomeriggio. Si inizia già alle 13 con il Truccabimbi in Piazza del Monumento. Alle 15 il via alla sfilata. Dalle 16 zippolata e balli in piazza con Michele Fadda. Quindi alle 18 le premiazioni e le canzoni dei cartoni animati a cura di Tiziana Manai. A seguire fave con ceci per tutti.

A Ghilarza l'associazione carnevale ghilarzese propone la prima sfilata (nella parte bassa del paese) domenica 3 marzo. Martedì grasso i carri percorreranno la parte alta di Ghilarza.

Il 9 marzo si terrà la sfilata intercomunale. Si partirà alle 14,30 da Norbello. I carri raggiungeranno quindi Abbasanta per poi concludere la festa a Ghilarza.

A Sedilo sabato 2 marzo, alle 10 a Sa prima Ighina, si terrà la conferenza "Le origini storiche del palio di Siena" a cura di Giovanni Mazzini. Dalle 16 animazione e balli per bambini in piazza S'Ena a cura della Consulta giovani. Il 3 marzo, alle 15,30 in corso Eleonora, cursa de su puddu proposta dall'associazione ippica Cadderis Sedilesos. Il 5 e il 9 marzo, con partenza alle 15 da piazza S'Ena, la sfilata dei carri allegorici e delle maschere. Il martedì grasso ci saranno anche Sos Corrajos e il Tumbarinos di Gavoi. Il 9 invece Sos Corriolos di Neoneli e Sos Traigolzos di Sindia. In entrambe le giornate balli in piazza.

A Paulilatino il 9 marzo si terrà sa cursa a sa pudda, il 100 sa cursa a sas padeddas.

A Samugheo il 28 febbraio balli in maschera al salone di via Vittorio Emanuele. Il 3, il 5 e il 9 marzo la sfilata dei carri allegorici e delle maschere per le vie del paese. Quindi la notte i balli. Sabato 9, dalle 21, la pentolaccia e la premiazione di carri allegorici e maschere accompagnati dalla musica di Roberto Fadda ed Emanuele Bazzoni.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...