SPETTACOLI

In scena

Cagliari, al Teatro Lirico la prima di Rigoletto

Il celebre melodramma verdiano va in scena puntuale alle 20.30 e chiude la stagione lirica e di balletto 2018
il maestro boncompagni (foto priamo tolu)
Il maestro Boncompagni (foto Priamo Tolu)

Con la prima del Rigoletto, in programma questa sera alle 20.30 puntuale come sempre, si chiude la stagione lirica 2018 e si apre un nuovo anno ricchissimo di appuntamenti prestigiosi, coproduzioni e progetti di straordinaria rilevanza internazionale.

La Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, presieduta da Giuseppe Andreozzi e guidata da tre anni con autorevolezza e grande competenza dal Sovrintendente Claudio Orazi, veleggia verso nuovi traguardi dopo un 2018 intensissimo che ha consentito al teatro del capoluogo di affermarsi a livello nazionale come istituzione virtuosa, al primo posto per incremento di fondi ministeriali in considerazione dell'elevato punteggio determinato dai criteri qualitativi e quantitativi alla base delle scelte della Commissione Nazionale Musica.

Un risultato storico che premia il lavoro della dirigenza, capeggiata dal manager marchigiano, impegnata, in questo nuovo corso, a riportare il bilancio in utile e ad aumentare la produttività artistica coniugandola con risparmio, efficienza e qualità.

Il celebre melodramma verdiano in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma "Le roi s'amuse" di Victor Hugo, chiude un triennio che certifica la rinascita di un Teatro dalle eccezionali potenzialità

L'amato e popolare titolo del massimo operista italiano manca dal palcoscenico del Teatro Lirico dal 1997.

Precedentemente era stato messo in scena nel 2002 all'Anfiteatro Romano e nell'estate 2017 alla Forte Arena di Santa Margherita di Pula, una chicca unica che aveva visto protagonista uno dei più grandi baritoni verdiani di sempre, Leo Nucci.

Un bozzetto del I atto I quadro dell'allestimento concesso dalla Fondazione Teatro Lirico (foto Priamo Tolu)
Un bozzetto del I atto I quadro dell'allestimento concesso dalla Fondazione Teatro Lirico (foto Priamo Tolu)

Il Rigoletto di oggi viene presentato in un nuovo allestimento del Teatro Lirico curato, per la regia, dal fiorentino Pier Francesco Maestrini che, a Cagliari, ha firmato Turandot di Puccini, con le scene dell'indimenticato Pinuccio Sciola, e "La campana sommersa" di Respighi.

Scene e proiezioni sono di Juan Guillermo Nova, i costumi del cagliaritano Marco Nateri, le luci di Pascal Mérat e i movimenti coreografici di Luigia Frattaroli.

La direzione musicale di Rigoletto è affidata all'esperta bacchetta di Elio Boncompagni, classe 1933, direttore toscano ed apprezzato interprete della tradizione musicale italiana che ritorna a Cagliari, per dirigere l'Orchestra e il Coro del Teatro Lirico, dopo il successo dei concerti della passata stagione.

Il maestro del coro è Donato Sivo.

Quest'edizione di Rigoletto fa riferimento, dal punto di vista sia musicale che vocale, unicamente al manoscritto di Giuseppe Verdi, al quale il maestro Boncompagni, con passione ed entusiasmo, si è rivolto, con l'intento di dare una lettura schiettamente filologica di questo autentico capolavoro.

L'opera si avvale di due compagnie di canto che si alternano nelle recite con Stefano Secco (14-16-19-21-23) e Alessandro Scotto di Luzio (15-18-20-22) scelti per il ruolo del Duca di Mantova.

Da Ghilarza arriva Marco Caria (14-16-19-21-23) che con Devid Cecconi (15-18-20-22) interpreteranno Rigoletto.

Desirée Rancatore (14-16-19-21-23) e Marigona Qerkezi (15-18-20-22) impersonano Gilda, Alessandro Guerzoni (14-16-19-21-23) e Shi Zong (15-18-20-22) vestiranno i panni di Sparafucile, mentre Anastasia Boldyreva (14-16-19-21-23) e la sassarese Sarah M. Punga (15-18-20-22) canteranno nella parte di Maddalena.

Il cast sarà completato da Leonora Sofia (Giovanna), Cristian Saitta (Il Conte di Monterone), Nicola Ebau (Marullo), Enrico Zara (Matteo Borsa), Francesco Musinu (Il Conte di Ceprano/Un usciere di corte) e Ivana Canovic (La Contessa di Ceprano/Un paggio della Duchessa).

Rigoletto sarà replicato sabato 15 dicembre alle 19 (turno G), domenica 16 dicembre alle 17 (turno D), martedì 18 dicembre alle 20.30 (turno F), mercoledì 19 dicembre alle 20.30 (turno B), giovedì 20 dicembre alle 19 (fuori abbonamento), venerdì 21 dicembre alle 20.30 (turno C), sabato 22 dicembre alle 17 (turno I), domenica 23 dicembre alle 17 (turno E).

Le recite per le scuole, in edizione "ridotta" con 60 minuti circa di spettacolo, saranno martedì 18 dicembre alle 11 e venerdì 21 dicembre alle 11.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...