SPETTACOLI

Il ricordo

Le lacrime di Antonella Clerici per Fabrizio Frizzi: "Non lo dimenticherò mai"

Ospite di Mara Venier a "Domenica In", la conduttrice non ha saputo trattenere l'emozione per l'amico scomparso
antonella clerici (ansa)
Antonella Clerici (Ansa)

Antonella Clerici parla di Fabrizio Frizzi e si commuove.

Accade in diretta tv nella decima puntata di "Domenica In", dove "Antonellina", come molti colleghi e fan amano definirla, è ospite di Mara Venier in un'intervista che ripercorre i suoi ultimi anni di vita, personale e professionale.

E alla domanda di Mara Venier su quanto la morte di Frizzi abbia influito sulla sua decisione di "rallentare" e lasciare il suo storico programma "La prova del cuoco", la conduttrice non trattiene le lacrime.

"La morte di Fabrizio ha influito tantissimo – spiega - l'ho visto giovedì e domenica non c'era più. Vivevamo in simbiosi con Carlo Conti e lui. Non ci aspettavamo una cosa così veloce e immediata".

"La malattia di Fabrizio – prosegue - ci ha fatto capire che non c'era più tempo per perdersi in cose inutili perché a volte quello che c'è oggi, poi domani non c'è più. È tutto effimero, pensi di essere eterno e non è così. Sono andata in onda sapendo che Fabrizio ci stava lasciando e non me lo sono dimenticata".

La Clerici ha quindi raccontato di essersi voluta alleggerire "di certi pesi". E di essere anche meno interessata alle lotte per l'Auditel: "Sono molto cambiata – ha spiegato - gli do il valore giusto, in fondo siamo dei giullari e via, ci fa piacere se va il programma va bene, ma non c'è solo quello".

Quindi i pensieri tornano al 6 dicembre scorso, quando Carlo Conti porta in studio a "La Prova del Cuoco" Fabrizio Frizzi reduce dal primo malore. "Era il mio compleanno – ricorda la Clerici - l'abbraccio che ci siamo dati in diretta non lo dimenticherò mai. Ti giuro Mara che non sapevo niente. Noi tre siamo diventati genitori in tarda età e avevamo un legame molto forte e speciale. Adesso gli studi non sono più Dear, ma studi Fabrizio Frizzi".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...