I SARDI NEL MONDO - NOTIZIE

Tradizioni e musica uniscono Sardegna e Bulgaria

L'incontro tra due realtà seguito dal circolo dei sardi "Sardica" in Bulgaria
i musicisti bulgari e paolo nonnis orchestra big band (foto circolo sardica)
I musicisti bulgari e Paolo Nonnis Orchestra big band (foto circolo Sardica)

Comincia a prendere forma il progetto "Sardica" che vede coinvolte Bulgaria e Sardegna creato dal Festival Internazionale Jazz in Sardegna col supporto, in Bulgaria, del circolo dei sardi "Sardica".

E sul palco del Jazzino a Cagliari c'è stato il concerto con la band Paolo Nonnis Orchestra insieme al cantante bulgaro Vassil Petrov. E prima è andata in scena la performance di tre giovani musicisti bulgari che hanno suonando i loro strumenti a fiato supportati dalla Band di Paolo Nonnis.

"Il progetto - spiega Carlo Manca, del circolo "Sardica" - prevede la realizzazione di un'opera musicale originale che possa creare una connessione tra Sardegna e Bulgaria, con due tradizioni separate da millenni, ricercando i fili di antichi percorsi culturali per proiettarli verso un futuro di consapevole e solidale vicinanza".

Il "la" a questo viaggio artistico, prosegue Manca, "è offerto da una straordinaria coincidenza che da qualche decennio è oggetto di approfondite ricerche archeologiche e antropologiche: la città di Sofia era infatti anticamente detta 'Sardica o Serdica', e la distanza tra le Domus de Janas, i nuraghi e il pozzo sacro di Gârlo, a 40 chilometri da Sofia, è probabilmente molto minore di quello che si possa pensare".

Sul palco, intanto, si passerà "dalla tradizione pura con l'incontro delle vocalità e i solisti degli antichi strumenti tradizionali, come il tipico Kaval bulgaro e le ancestrali launeddas sarde, alle orchestrazioni più complesse e moderne".

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...