I SARDI NEL MONDO - NOTIZIE

arte

Il filo di lana di pecora nera che unisce tutta l'Italia fa tappa a Torino VIDEO

Il progetto dell'artista Pietrina Atzori curato dall'associazione "Gramsci"

Un filo di lana di pecora nera di Arbus ora è anche a Torino, nelle mani del sindaco. A consegnare il simbolo - che è stato lavato, cardato e filato da Pietrina Atzori - a Chiara Appendino è stato il presidente dell'associazione dei sardi "A. Gramsci", Enzo Cugusi.

Il "Progetto di Arte Sociale" si compone di un viaggio che l'artista di San Sperate ha compiuto dal 17 agosto al 2 settembre girando l'Italia in scooter e percorrendo circa 3.500 chilometri per recapitare il filo di lana ai sindaci. Palermo, Catania, Taormina, Messina, Villa San Giovanni, Matera, Ginosa, Alberobello, Benevento, Calvi dell’Umbria, Foligno, Valtopina, Assisi, Jesi, Roncofreddo, Cesena, Ravenna, Ferrara, Padova, Verona, Brescia, Collegno, Asti, Torino, Noli, Albenga, Onzo, Genova, Sassari, Nuoro, Mamoiada, Oristano e infine Arbus sono i Comuni toccati.

Il filo di lana (foto A. Gramsci)
Il filo di lana (foto A. Gramsci)

Nel capoluogo piemontese la cerimonia si è svolta a Palazzo di Città. Come ha spiegato Cugusi ad Appendino, "l’obiettivo dell’artista e quindi la sua 'opera' è stata quella di connettere, srotolando un lungo filo di lana, luoghi e persone intorno alla conoscenza di questa biodiversità, della suo speciale colore naturale, nonché del fatto che questa lana oggi è trattata come un rifiuto speciale".

"Con questo progetto - aggiunge il presidente del circolo sardo insieme all'artista - è stato messo in evidenza un aspetto sociale legato alle minoranze. Proteggere questa razza, dal vello corvino unico al mondo, salva una biodiversità che conta circa 3000 esemplari tutti concentrati in Sardegna con impatti positivi sul territorio in cui vive. La pecora nera di Arbus appartiene al suo territorio ma è anche un bene prezioso per tutto il mondo. Non è azzardato accomunare la sua lana al prezioso Bisso marino anche questo, guarda caso, preservato in Sardegna nell’isola di San’Antioco. Esclusivi e prelibati sono la ricotta e i formaggi che si ottengono dal suo latte dal gusto connotato dal pascolo selvaggio in cui, e di cui, si ciba".

Al progetto hanno collaborato anche Umberto Petrini alla guida dello scooter, l'artista Rosaria Straffalaci - consulente artistica - e l’Associazione Pecora nera di Arbus.

(Unioneonline/s.s.)

***

https://www.unionesarda.it/sardi-nel-mondo

Potete inviare le vostre lettere, foto, video e notizie a isardinelmondo@unionesarda.it

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...