SALUTE

La novità

Cagliari, nasce al Binaghi la Medicina dello sport

Una struttura che servirà non solo la popolazione della città metropolitana, ma anche gli abitanti dei territori limitrofi

Nasce in città, al primo piano dell'ospedale Binaghi, il Centro di medicina dello sport voluto dalla Assl-Ats, primo in Sardegna.

È qui che si eseguiranno le visite specialistiche, ma è anche qui che si svilupperà la prevenzione del doping. E ancora: sarà il centro di via Is Guadazzonis ad assicurare le visite ai portatori di handicap impegnati nelle discipline sportive. "La struttura - ha detto il referente della medicina sportiva, Marco Scorcu - opererà seguendo quattro ambiti di intervento: la tutela sanitaria delle attività sportive, il supporto specialistico alle attività che utilizzano gli effetti preventivi e terapeutici dell'attività fisica, la realizzazione di programmi di sanità pubblica per la promozione dell'attività motoria nella popolazione e la prevenzione del doping. Un programma che sarà portato avanti grazie alla collaborazione con il Coni e il Comitato italiano paralimpico".

Ha spiegato Silvana Tilocca, responsabile del Dipartimento di prevenzione: "Con il polo del Binaghi completiamo un percorso importante sulla strada della prevenzione e la promozione della salute. Lo ha dimostrato la scienza, l'attività motoria è in grado di incidere anche a livello terapeutico su soggetti affetti da patologie sensibili come il diabete, l'obesità, l'ipertensione arteriosa, le malattie cardiovascolari, le neoplasie della mammella e del colon".

Soddisfatto il direttore sanitario Luigi Minerba: "Un tassello che si aggiunge ai servizi territoriali ospitati nella struttura Binaghi la cui mission si va evolvendo verso l'offerta sempre più integrata con i servizi territoriali".

"La struttura servirà non solo la popolazione della città metropolitana, ma anche gli abitanti dei territori limitrofi e delle altre ASSL - ha sottolineato Sergio Marracini - . Il Binaghi occupa una posizione strategica, al centro della città ma facilmente raggiungibile dalle periferie. Inoltre, il Centro collaborerà con strutture interne al Binaghi, quali la Cardiologia, la Diabetologia, il Centro Sclerosi multipla, il Centro Donna e con soggetti esterni a valenza sociale e culturale, tra i quali le scuole e le Associazioni Sportive".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...