SALUTE

Il riconoscimento

Maurizio Melis, il neurologo sardo a capo della Società delle Neuroscienze Ospedaliere

Una nomina che premia anche "l'ottima tradizione sarda in questo ambito"
il dottor maurizio melis (archivio l unione sarda)
Il dottor Maurizio Melis (archivio L'Unione Sarda)

Un prestigioso riconoscimento per Maurizio Melis, direttore del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione dell'Azienda Ospedaliera Brotzu di Cagliari, e per il prezioso lavoro svolto negli ultimi anni nella struttura ospedaliera da lui guidata.

Il dottor Melis è infatti stato eletto nuovo presidente della Società delle Neuroscienze Ospedaliere (SNO). Nel direttivo anche il dottor Giovanni Cossu, anche lui afferente alla SC di Neurologia del Brotzu.

"Essere Presidente della SNO – spiega il dottor Melis - vuol dire essere presidente di una società scientifica che ha alle spalle una storia di quasi 60 anni. È una società nata dall'iniziativa di illustri colleghi, che negli anni Sessanta avevano avuto la lungimiranza di caratterizzare una società con un forte spirito multidisciplinare".

"La nuova sfida che la SNO deve affrontare – prosegue Melis - è lavorare in sinergia con le altre società scientifiche nella elaborazione delle linee guida, come peraltro è attualmente richiesto dal Ministero della Salute. Il processo è già iniziato, per quanto riguarda l'epilessia e la sclerosi multipla dove esistono già dei tavoli di lavoro molto attivi. In quest'ottica, non possiamo più pensare di essere u'’isola, ma dobbiamo confrontarci non solo con le altre società scientifiche ma anche con l'università e con le istituzioni. I nostri amministratori possono sfruttare al massimo il ruolo delle Società scientifiche quali interfaccia tra le conoscenze scientifiche e la loro applicazione pratica, con un forte impatto nella salute e nella vita quotidiana di tutta la cittadinanza".

La SNO nasce negli anni '60 da un'idea di alcuni neurologi e neurochirurghi ospedalieri che si sono uniti in un'associazione medica di categoria in grado di riunire operatori sanitari. Scopo dell'associazione è quello di difendere e tutelare il prestigio e gli interessi sindacali e professionali degli specialisti studiosi del sistema nervoso, facilitare i rapporti con le altre categorie mediche e pianificare le necessità regionali per accelerare il progresso tecnico e assistenziale dei peparti ospedalieri a livello nazionale.

"È un riconoscimento personale – conclude Melis - ma premia anche il lavoro di un intero movimento che è stato portato avanti in questi anni. In Sardegna esiste un'ottima tradizione nell'ambito delle neuroscienze, con degli apici come per esempio il professor Gessa nel campo della neurofarmacologia. Dai tempi dell'università ha avuto il merito di affascinare molti colleghi sulle meraviglie del sistema nervoso, caratterizzando quindi le scelte professionali di molti giovani studenti, tra cui il sottoscritto. La mia Presidenza può essere un ulteriore stimolo, specialmente per i giovani, che possono far riferimento alla SNO per avere i contatti con strutture di eccellenza, in Italia e all'estero".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...