SALUTE

Alimentazione

La ricetta della felicità? Mangiare in compagnia

A rivelarlo una ricerca dell'università di Oxford. E a brillare per buonumore a tavola sono proprio gli italiani
immagine simbolo (foto da flickr)
Immagine simbolo (foto da flickr)

Più spesso le persone mangiano con gli altri, più è probabile che si sentano felici e soddisfatte della propria vita: non si tratta di un luogo comune ma del risultato di una prestigiosa ricerca dell'Università di Oxford, rilanciata in questi giorni con l'occasione della Giornata della felicità, che si celebra domani in tutto il mondo.

Non solo questo, però, perché in quanto a tavola e felicità a brillare risultano proprio gli italiani.

Secondo un'indagine di WMF, brand tedesco specializzato in prodotti da cucina, il Bel Paese primeggia in Europa per i pasti in compagnia, in media ben 14 al mese. Seguiti dagli spagnoli, che siedono in compagnia 13 volte, e dagli olandesi, che si fermano a 10. A chiudere la top 5 europea ci sono i francesi e i tedeschi che scelgono pasti conviviali rispettivamente per 8 e 7 volte al mese.

L'indagine di WMF rivela, inoltre, che è la pizza protagonista delle cene in compagnia lungo lo stivale. In pizzeria o a casa, con parenti o amici, infatti, è il piatto più consumato, addirittura in 1 pasto in compagnia su 3. Mentre, a ridurre il rischio di pasti solitari c'è il classico pranzo della domenica in famiglia, 3 volte al mese in media, e le pause pranzo con i colleghi con una media di 2 alla settimana.

Ma qual è il momento di un pasto in compagnia che preferiamo? Senza dubbio la preparazione, per 2 italiani su 3, infatti cucinare per gli altri è motivo di felicità.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...