POLITICA

Regionali, la protesta di Doddore Meloni
"Questa legge elettorale è un porcum"

Il leader di Meris in domu nostra ha protestato fuori dal palazzo della Regione nei confronti dei tempi ristretti per la raccolta delle firme per le liste elettorali.
doddore meloni
Doddore Meloni

Le bandiere con i Quattro Mori a testa in giù davanti al palazzo della Regione di viale Trento a Cagliari. Le ha sistemate questa mattina l'indipendentista Doddore Meloni come forma di protesta per denunciare le difficoltà che sta incontrando il suo movimento per autenticare le firme. "Nei giorni scorsi - ha ribadito Meloni - non sono riuscito a parlare con la Regione e con i notai per ultimare le procedure. E ormai non c'è più tempo. Questa bandiera rovesciata è un pò l'emblema della situazione: ci hanno messo, ma parlo di tutti i sardi, con la testa all'in giù". Nel mirino anche la legge elettorale che, parafrasando il "porcellum", viene definito da Meloni il "porcum". "La soglia di sbarramento - ha aggiunto - impedisce anche a chi ha un buon numero di voti di essere rappresentato. Nessuno ne parla. Per denunciare queste cose ho dovuto parlare per un'ora a Radio Padania". A fine mattinata Meloni, dopo aver parlato con alcuni funzionari regionali, è riuscito a mettersi in contatto con un notaio per ultimare le procedure.


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...