POLITICA

la lettera

Le prime parole di Christian Solinas? Dedicate a Emanuela Loi

Il leader dei Quattro Mori scrive al sindaco di Ozieri in occasione dell’inaugurazione della nuova piazza intitolata alla poliziotta di Sestu
christian solinas (archivio l unione sarda)
Christian Solinas (Archivio L'Unione Sarda)

Dopo l’incontro fiume con il presidente uscente per il passaggio di consegne e l’illustrazione dei tanti dossier aperti, Christian Solinas è già al lavoro nel quartier generale del Psd’Az per mettere a punto l’agenda del fine settimana e della prossima.

Lunedì e martedì sarà a Bruxelles per la patata bollente della nuova continuità territoriale, che decollerà il 17 aprile, e l’atteso vertice del centrodestra non si potrà tenere.

Ma il fine settimana sarà una intensa due giorni di colloqui con gli alleati per chiudere il discorso sulla composizione della nuova giunta regionale, dopo trent’anni, a guida sardista.

La Lega ha già definito le sue proposte, per ora top secret, come nello stile del leader sardo del Carroccio Eugenio Zoffili, e sta già lavorando alle liste per le amministrative nelle città capoluogo, Cagliari e Sassari, e negli altri centri.

I numerosi impegni del neo presidente terranno lontano Solinas dalla Sardegna e anche l’invito del sindaco Marco Murgia per l’inaugurazione della nuova piazza ad Ozieri, dedicata ad Emanuela Loi, non potrà vederlo presente.

Christian Solinas ha indirizzato le sue prime parole da presidente nel ricordo di Emanuela inviando una missiva al primo cittadino della città logudorese.

Emanuela Loi (Archivio L'Unione Sarda)
Emanuela Loi (Archivio L'Unione Sarda)

"Purtroppo, un improvviso impegno determinato da importanti questioni da affrontare all’inizio della prossima settimana a Bruxelles, che presuppongono un complesso e non differibile lavoro di preparazione documentale con relative riunioni operative durante questo fine settimana, non mi consente di presenziare alla cerimonia per l’inaugurazione dell’omonima piazza dedicata a Emanuela Loi nel Comune di Ozieri. Desidero, tuttavia, esprimere con sincerità e commozione i sentimenti di vicinanza e il mio sostegno personale unitamente a quello della Regione Sardegna che ho l’onore di rappresentare, a Lei e a tutta la Sua Comunità per l’encomiabile iniziativa che mira a dare lustro e ricordare questa figlia della nostra Terra eroicamente e incolpevolmente caduta in un attentato di mafia. Tale iniziativa appare ancor più esemplare poiché simbolicamente collocata nel novero delle manifestazioni promosse in occasione della 'XXIV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Noi tutti - prosegue il governatore - conserviamo il ricordo di Emanuela Loi, giovane agente della Polizia di Stato che svolgeva il proprio lavoro con professionalità ed estrema dedizione, ben consapevole dei rischi a cui andava incontro. Amava la Sua Sardegna e a soli 24 anni è rimasta uccisa a Palermo nella strage di mafia di Via D’Amelio. Sono persuaso però che il sacrificio di Emanuela non sia stato vano e anzi abbia contribuito a rafforzare sempre più il sentimento collettivo di riconoscenza nei confronti delle Forze dell’Ordine che quotidianamente si impegnano per tenere alto il senso di giustizia nel nostro Paese".

"Nel rammaricarmi ancora - conclude Solinas - per non poter presenziare alla cerimonia, La prego di estendere alla sua Comunità e a tutte le Autorità presenti i sensi della mia stima e il mio più cordiale saluto".

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...