POLITICA

regionali

Abruzzo, Salvini "viola il silenzio silenzio elettorale". Exit poll: centrodestra avanti

Tre post condivisi su Facebook e Twitter per spingere gli abruzzesi a votare Lega, e a vigilare sulla propaganda elettorale dovrebbe essere proprio lui
matteo salvini (ansa)
Matteo Salvini (Ansa)

Il primo tweet della domenica elettorale Matteo Salvini lo aveva fatto a notte fonda, prima di andare a dormire. Dopo la proclamazione del vincitore del Festival di Sanremo il ministro dell'Interno ha voluto dire la sua, mostrandosi scettico verso la vittoria di Mahmood: "Avrei preferito Ultimo".

E stamattina, appena sveglio, su Twitter e Facebook ha invitato gli abruzzesi a votare Lega. Violando di fatto il silenzio elettorale, come gli hanno fatto notare diversi utenti.

"Oggi in Abruzzo, dalle 7 alle 23, vota Lega", si legge in un tweet. Dopo un po' altri due più o meno dello stesso tenore.

Il post del ministro

La normativa in materia di silenzio elettorale vieta esplicitamente la propaganda a favore di una formazione politica nel giorno precedente e in quello stabilito per le elezioni. Inoltre, a vigilare sulla propaganda elettorale dovrebbe essere proprio il ministro dell'Interno.

Anche il Pd si scaglia contro Salvini: "Il ministro Salvini viola la legge elettorale facendo propaganda. Pensano al partito distruggendo l'Italia. L'arroganza e l'incapacità al potere, iniziamo a mandarli a casa", attacca Zingaretti. Lapidario Paolo Gentiloni: "In una domenica elettorale il ministro dell'Interno non deve fare propaganda. Punto".

Il tweet di Zingaretti

Il tweet di Gentiloni

Le urne si sono chiuse alle 23, alle 12 l'affluenza era al 13,4%, alle 19 al 43%.

I candidati alla presidenza della Regione sono quattro: Giovanni Legnini, rappresentante della coalizione di centrosinistra; Marco Marsilio collegato alla lista di centrodestra; Sara Marcozzi sostenuta dal Movimento 5 Stelle; Stefano Flajani, candidato di Casa Pound.

Secondo i primi exit poll Marsilio sarebbe in vantaggio per la vittoria finale.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...