NEL MONDO

Sbatte la testa sciando e diventa un genio
L'incredibile storia di una giovane donna

Usa: fa il giro del mondo la vicenda di una donna che, dopo un trauma cranico, ha scoperto di aver sviluppato la rarissima Sindrome di Savant.
foto simbolo
Foto simbolo

Dopo aver battuto la testa sciando è diventata un genio. È accaduto a una donna americana, che ha voluto restare anonima, ma che ha raccontato la sua storia al sito XoJane, storia che è stata poi ripresa da numerosi tabloid anglosassoni, facendo il giro del mondo. "Ero in vacanza sulla neve, racconta la donna, e stavo sciando a forte velocità. Poi ho perso il controllo e sono rovinata a terra, battendo il capo". In ospedale i medici le hanno riscontrato una leggera commozione cerebrale e l'hanno dimessa. Nei giorni successivi, però, la nostra protagonista ha iniziato ad accusare emicrania e vertigini. Ma anche ad avere una memoria fotografica: "Di ogni cosa che osservavo ho cominciato a ricordare ogni minimo dettaglio, anche a distanza di tempo". Il mal di testa e le vertigini, però, continuavano. Quindi si è fatta visitare da più di un neurologo. E tutti sono rimasti stupiti della sua incredibile capacità di ricordare. Diagnosticandole, infine, la Sindrome di Savant. Ovvero, una condizione neurologica rarissima - se ne conoscono solo 50 casi al mondo - per la quale, in seguito a un trauma, si sviluppano spontaneamente abilità particolari che accrescono la capacità di memoria, la sensibilità artistica o musicale, la predisposizione al calcolo matematico. "Il mio caso è diverso dalle tipiche diagnosi di Sindrome di Savant - spiega ancora la protagonista dell'incredibile storia - dal momento che non sono nata così. Prima della caduta, infatti, non avevo alcun interesse per l'architettura e anche le mie competenze tecniche e artistiche sono sempre state minime. Non ho mai avuto interesse per la scrittura né per il design. Ora, invece, dopo la caduta, mi basta guardare un edificio o un luogo per riprodurlo esattamente, nei minimi dettagli, con incredibile precisione geometrica". "Pensate a tutti i luoghi che avete visto in vita vostra, anche quelli dove siete stati tantissimi anni fa, di sfuggita. E ora immaginate di avere la possibilità di disegnare un diagramma di ognuno di quegli edifici, persino i particolari più minuti". Più che una malattia, insomma, un vero e proprio dono.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}